Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Armonizzazione del diritto contrattuale europeo e spunti di codificazione: profili di diritto privato europeo

L'argomento della tesi verte sulla presa in esame delle recenti proposte elaborate dalla commissione europea in materia di armonizzazione del diritto contrattuale all'interno dell'UE, partendo dalla comunicazione del 2001 fino ad arrivare al Libro verde del 2008. Viene esposta una riflessione metodologica sulle tecniche dell'armonizzazione ed elaborata una proposta in relazione alle strategie armonizzatrici da seguirsi.

Mostra/Nascondi contenuto.
4Introduzione Scopo della Comunità Europea, nata il 25 Marzo 1957 con il Trattato di Roma, era principalmente quello di instaurare un mercato comune che stimolasse il ravvicinamento politico degli Stati membri, in vista di un loro sviluppo armonioso ed equilibrato tale da garantire un incremento del benessere della società. Appare evidente come questo processo di convergenza politica e di creazione di un mercato comune sia condizionato anche dal grado di affinità delle normative nazionali e come dunque l’abbattimento delle divergenze legislative costituisca un obiettivo primario, con riferimento alle ipotesi in cui tali diversità si pongano da ostacolo in vista dello sviluppo del mercato unico. Il settore del diritto in cui questo problema si presenta con più forza è quello in materia di contratti, vista la funzione regolatrice che essi vengono ad esplicare con riferimento alle transazioni commerciali. Il diritto contrattuale concerne le relazioni economiche e sociali tra gli individui, pone le regole per la realizzazione degli scambi commerciali e per l’organizzazione degli affari, esso svolge dunque un ruolo fondamentale con riguardo allo sviluppo di qualunque società. L’europeanizzazione del diritto contrattuale è una questione che è stata seriamente presa a cuore dalle istituzioni comunitarie. Numerosi sono stati gli interventi del Parlamento Europeo volti a stimolare l’attenzione della Commissione con riguardo a detto settore 1 , finché nel 2001 quest’ultima è intervenuta con una comunicazione che apriva la discussione sul tema del riordino dell’acquis in materia contrattuale 2 , proponendo tra le varie opzioni sottoposte alla discussione dei soggetti interessati, anche la realizzazione di un 1 Si veda in particolar modo l’intervento espresso in questo senso nel 1989 (GU 26/05/1989, GU C 158 E del 26/06/1989, pag. 400). 2 Commissione europea, “Comunicazione della commissione al consiglio e al parlamento europeo concernente il diritto europeo dei contratti”, COM (2001) 398 definitivo, Bruxelles, 2001.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mariachiara Farina Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2999 click dal 03/01/2008.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.