Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I sistemi informativi a supporto delle attività infermieristiche: stato dell'arte e analisi di un caso reale.

Il ripensamento del ruolo dei sistemi sanitari avvenuto nei paesi sviluppati negli ultimi anni ha inciso profondamente sia sui fabbisogni informativi delle organizzazioni sanitarie sia sui modelli di gestione della risorsa informativa. Basti pensare alle funzioni sempre più complesse assegnate dal legislatore al sistema informativo sanitario: dalla sorveglianza sul controllo dello stato di salute della popolazione al monitoraggio interno alle aziende sulle prestazioni fornite, dalla valutazione del rapporto risultato raggiunto/risorse impiegate al supporto alla ricerca sanitaria. In questo contesto il sistema informativo è condizione indispensabile per garantire il controllo di gestione assumendo un ruolo centrale nell’articolazione dei processi decisionali e operativi sempre più decentrati e diffusi.
Il ruolo di base del sistema informativo consiste nel fornire le informazioni migliori in termini di selettività, di aggregazione e di gestibilità, ai responsabili delle decisioni, ai diversi livelli. In questa logica la gestione delle informazioni è momento forte di governo delle aziende sanitarie. Gli aspetti prioritari del sistema sono quindi non solo la capacità di svolgere funzioni di “reporting” per i decisori (fornire informazioni tempestive, mirate e diversificate per la valutazione delle attività), ma anche la capacità di indurre una complessiva revisione delle procedure organizzative: il cambiamento delle procedure, delle logiche e degli strumenti di trattamento delle informazioni e a livello di singolo operatore una revisione delle proprie attività e del proprio ruolo tradizionale.
Il sistema informativo si avvale di forme di comunicazione diversificate, tra le quali si individuano la forma verbale, quella scritta (cartacea e informatica) e quella simbolica/codificata (visiva, sonora, luminosa, su supporti magnetici, digitale). Il sistema informativo riguarda direttamente gli infermieri; essi sono tenuti a contribuirvi e possono trarre beneficio da esso sia per l’assistenza che erogano, sia per la maggiore tutela offerta da un sistema di registrazioni accurate.
I sistemi informativi sostengono tutte le funzioni che compongono il ruolo infermieristico tra cui quello assistenziale dove è forte il ruolo della Cartella Infermieristica, che in questa tesi sarà trattata in maniera dettagliata con l’intento di riuscire a fare della proposta di cartella un possibile strumento di lavoro e di studio e/o la base per aggiornamento/modifica in base alle esigenze locali o di unità operativa.
La proposta di cartella infermieristica cartacea e automatizzata con “Access” non manca perciò di sezioni destinate alla registrazione del processo diagnostico dell’infermiere, cioè di una corretta e completa identificazione dei bisogni di assistenza infermieristica da soddisfare, della correlata pianificazione degli interventi, della gestione delle informazioni relativa alle prestazioni infermieristiche e della valutazione dei problemi di salute di propria competenza.
La struttura ed i contenuti della cartella infermieristica deve, inoltre, favorire nell’attuale organizzazione sanitaria una pluralità di impieghi quali: il supporto documentale all’azione professionale, la comunicazione tra servizi e tra operatori del medesimo servizio, l’integrazione organizzativa, la formazione e la didattica clinica, la promozione di protocolli operativi uniformi, la valutazione delle prestazioni assicurate, il controllo in termini di qualità, efficienza, efficacia ed economicità.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE. Il ripensamento del ruolo dei sistemi sanitari avvenuto nei paesi sviluppati negli ultimi anni ha inciso profondamente sia sui fabbisogni informativi delle organizzazioni sanitarie sia sui modelli di gestione della risorsa informativa. Basti pensare alle funzioni sempre più complesse assegnate dal legislatore al sistema informativo sanitario: dalla sorveglianza sul controllo dello stato di salute della popolazione al monitoraggio interno alle aziende sulle prestazioni fornite, dalla valutazione del rapporto risultato raggiunto/risorse impiegate al supporto alla ricerca sanitaria. In questo contesto il sistema informativo è condizione indispensabile per garantire il controllo di gestione assumendo un ruolo centrale nell’articolazione dei processi decisionali e operativi sempre più decentrati e diffusi. Il ruolo di base del sistema informativo consiste nel fornire le informazioni migliori in termini di selettività, di aggregazione e di gestibilità, ai responsabili delle decisioni, ai diversi livelli. In questa logica la gestione delle informazioni è momento forte di governo delle aziende sanitarie. Gli aspetti prioritari del sistema sono quindi non solo la capacità di svolgere funzioni di “reporting” per i decisori (fornire informazioni tempestive, mirate e diversificate per la valutazione delle attività), ma anche la capacità di indurre una complessiva revisione delle procedure organizzative: il cambiamento delle procedure, delle logiche e degli strumenti di trattamento delle informazioni e a livello di singolo operatore una revisione delle proprie attività e del proprio ruolo tradizionale. Il sistema informativo si avvale di forme di comunicazione diversificate, tra le quali si individuano la forma verbale, quella scritta (cartacea e informatica) e quella simbolica/codificata (visiva, sonora, luminosa, su supporti magnetici, digitale). Il sistema informativo riguarda

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Antonino Tripodi Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9743 click dal 04/01/2008.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.