Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ruolo del coordinatore infermieristico nell'implementazione di un pool di ADI territoriale

Sono un Infermiere diplomata c/o l’Università “G. D’Annunzio”di Chieti, nel 1996; nel novembre 1999 ho conseguito il Diploma di Strumentista di Sala Operatoria e nel 2002 ho conseguito la Laurea di Primo Livello in Infermieristica. Svolgo la mia professione dal 1997, ed ho lavorato in strutture diverse sia pubbliche che private e da sette anni sono dipendente dell’ASL di Chieti, presso il D.S.B. di San Giovanni Teatino (CH). È una realtà multidisciplinare che presenta molteplici difficoltà soprattutto organizzative legate alla quantità d'interventi eseguiti e alle relazioni con le multi - professionalità che ne sono coinvolte.
Il Complesso Integrato, è una struttura composta di quattordici Unità Operative, quasi tutte multidisciplinare, avente la stessa modalità di un Poliambulatorio diurno e in più la gestione territoriale del Servizio ADI.
Ho analizzato dettagliatamente le tappe che caratterizzano il percorso, focalizzando le criticità che sono emerse da suddetta analisi, apportando modifiche della gestione e organizzative in grado di migliorare e, in alcuni casi, risolvere i problemi presenti. L’intento di tale lavoro è quello di migliorare il coordinamento tra le diverse Professionalità che interagiscono nella valutazione del paziente.
Aspetto, non secondario, è quello della condivisione delle scelte diagnostico-terapeutiche tra i diversi operatori sanitari ed il riconoscimento del loro ruolo nell’attività d’implementazione dei cambiamenti, laddove necessari.
L’esigenza di orientare il mio elaborato di tesi su un argomento tanto impegnativo e per molti versi ostico, nasce dalla ricerca personale di una nuova identità professionale, da una sete di conoscenza delle norme che regolano la figura del Coordinatore e dalla necessità di rendere chiaro il percorso fin qui svolto dalla nostra professione, ma soprattutto di approfondire ed analizzare le potenzialità, le prospettive e i limiti di questa nuova figura attraverso lo studio della recente legislazione e in situazione che per molti versi ancora ostica qual è l’Assistenza Domiciliare.

Mostra/Nascondi contenuto.
Ruolo del Coordinatore Infermieristico nell implemen tazione di un pool di ADI territoriale Master di Primo Livello in Management Infermieri stico per le Funzioni di Coordinamento Anno Accademico 2006/07 INTRODUZIONE

Tesi di Master

Autore: Natascia Berardinucci Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16852 click dal 04/01/2008.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.