Skip to content

The 1998 and 2005 UK Presidency of the European Council: a long way down?

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Anghileri
  Tipo: Tesi di Master
Master in Conemporary European Studies
Anno: 2005
Docente/Relatore: Jorg Monar
Istituito da: Sussex University, Brighton, UK
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 42

The principal aim of the research is to compare and contrast the two British Presidencies of the European Council in 1998 and in 2005, to see the evolution of the relationship between UK and UE during these years under the leading of Tony Blair.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUCTION The principal aim of the research is to compare and contrast the two British Presidencies of the European Council in 1998 and in 2005. This introduction provides a very minimal historical framework of the evolution of British relationship with Europe, a general overview on the structure and issues analysed in the three chapters and, finally a part dedicated to the discussion of the methodology and perspective used during the development of the research. In the first part of the research I would like to explore the controversial relationship between the UK and Europe: the failure of the two first applications to EC, De Gaulle’s veto and the partial commitment to Europe of the Conservative governments and especially of Ms. Thatcher. THE HISTORICAL CONTEXT: BRITAIN AND EUROPEAN UNITY British troublesome relationship with European Community started in the period following the second world war. When the negotiations for European Coal and Steel Community began in 1950, the British Labour government of Attlee was invited to participate, but declined. The same attitude was pursued by the Conservative government of Sir Anthony Eden: initially the British took part at the discussions for the creation of a general common market, but withdrew when unable to convince the Six of less ambitious plans. In opposition to the EEC (European Economic Community) created in 1958, Britain was a leader in promoting the EFTA (European Free Trade Association) in 1959 with European countries that feared the supranationalism nature of the EC: Denmark, Norway, Sweden, Austria Switzerland and Portugal. But why Britain promote the EFTA instead of accessing the EEC? According to Young (Young J.W., 2000: p.61-62): “ British entry to the EEC was ruled out because it would harm Commonwealth trade, damage British agriculture and impede the country’s independence”. However, according to George (George 1998), the British choice to stand outside the EEC soon revealed a lack of political perspective. When British economic problems grew and their independent influence in the world declined, it proved impossible for the British government to ignore the economic success of the Six founders of the EEC. In fact, while 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

european council
european union
grat britain
labour party
presidency
tony blair
uk

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi