Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Marketing di un punto vendita: il caso dei negozi di piadina

In questo elaborato sono stati trattati quattro argomenti fondamentali rappresentanti gli elementi da prendere in considerazione qualora si voglia esercitare un’attività di marketing, all’interno di un punto vendita che commercializza prodotti tipici.I quattro aspetti trattati sono:

1. il prodotto
2. il punto vendita
3. i consumatori
4. gli strumenti per farsi conoscere

Gli elementi fondamentali su cui attivarsi sono: la qualità, l’assortimento, la competitività dei prezzi. L’analisi prosegue esaminando quali devono essere le caratteristiche ideali del punto vendita. Si valutano tecniche di merchandising; il consumatore; gli strumenti per farsi conoscere.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA Il focus dell’elaborato è l’attività di marketing esercitabile dai punti vendita di piadina. La presente tesi, dopo aver tracciato un panorama generale delle attività di marketing applicabili all’interno di un qualunque punto vendita alimentare, (tralasciando tutto l’aspetto inerente l’analisi dei costi), prenderà in considerazione l’attività di produzione di piada cassoni e pizza denominata “Pizza Piada e Cassoni Primavera” sita in Viserba di Rimini. Tale attività viene analizzata in quanto rappresenta uno dei punti vendita di piadina presenti sul territorio riminese da oltre un ventennio. (Il p.v. esaminato effettua anche la produzione di pizza al taglio che, in questa sede, non verrà presa in considerazione nel dettaglio in quanto il volume d’affari di tale prodotto è notevolmente inferiore rispetto al focus operativo e non incide oggettivamente sull’attività di marketing del locale). Nel corso della dissertazione verranno tracciate le linee guida fondamentali dell’attività di marketing applicabile in un generico punto vendita di prodotti alimentari, si parlerà quindi del prodotto trattato, delle caratteristiche ideali di un p.v., del consumatore e delle tipologie di comunicazioni adottabili per farsi conoscere e restare sul mercato; per ogni argomento verrà messa in evidenza la realtà dei fatti riscontrabile presso il punto vendita analizzato. È doveroso premettere che il punto vendita analizzato è esistente da circa trent’anni; inizialmente di proprietà del sig. Canzio e produttore unicamente di piada ed una ridotta tipologia di cassoni; da circa 16 anni il p.v. è soggetto a cambi di gestione quinquennali con ampliamento di gamma di prodotti attraverso l’introduzione della produzione di pizza al taglio, un enorme varietà di cassoni farciti (non più solo “rossi e verdi”), biscotti caserecci, ciambelle e bibite. Attualmente si è avuto un cambio gestione a partire da giugno 2005. Per tutti i “Viserbesi” non di importazione è e rimarrà sempre “da Canzio”.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Alice Evagelisti Contatta »

Composta da 87 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3295 click dal 11/01/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.