Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Projet Work, progetto di lingua grecanica ''Plategome ismia''

La lingua greca di Calabria è una fonte di cultura che da più di 2000 anni sgorga incontaminata dai paesini dell'entroterra calabrese. Insegnare questa lingua alla scuola elementare, anche mediante progetti extracurriculari,vuol dire dare un contributo alla sua promozione e alla sua valorizzazione.
Il progetto "Plategome ismia" è finalizzato proprio a questo, far si che i ragazzini parlino tra loro in grecanico e la lingua si tramandi.

Mostra/Nascondi contenuto.
  4 Premessa IL RUOLO DELL'INSEGNANTE ALLA LUCE DEI MUTAMENTI DELLA SOCIETA' ODIERNA Il ruolo dell’insegnante all’interno della scuola diviene, di anno in anno, sempre più complesso. Karl Marx affermava nella sua teoria definita “materialismo dialettico” che la realtà è continuamente in movimento ed i ruoli non sono mai stabili, tutto è dinamico ed in trasformazione, nulla rimane sempre uguale. I mutamenti della società sono, dunque, fisiologici, tuttavia quando le situazioni superano le nomali aspettative i mutamenti divengono patologici. Questo è avvenuto nella società contemporanea e nella scuola. La scuola, infatti, quale << contenitore>> di giovani menti finisce per cambiare al passo dei mutamenti generazionali e sociali, il problema si pone quando – com’è successo in Italia nell’ultimo decennio – il mutamento altro non è che un inesorabile regresso. Purtroppo i termini altamente catastrofici sono d’obbligo. La scuola non forma più perché non vuole o non sa più formare e la società perde ogni punto di riferimento oppure la società non ha più propri punti di riferimento e di conseguenza la scuola smette di formare. Qual è la causa e quale l’effetto? Sicuramente i mutamenti sociologici sono – a mio avviso – essenzialmente legati ad un fenomeno ormai diffusissimo: la totale perdita dei valori tradizionali. Quando la diversità non diviene ricchezza ma integralismo culturale non ha più senso parlare di globalizzazione o moderno ecumenismo : l’eterogeneità diventa un potere, un pericoloso

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Lucia Zavettieri Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 939 click dal 11/01/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.