Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Adolescenza e disagio scolastico: una indagine sull'insuccesso scolastico presso l'ITIS A. Avogadro di Torino

La tesi ha l'obiettivo di analizzare le radici psicologiche dell'insuccesso scolastico in adolescenza, da una prospettiva psicodinamica. Dopo una disamina dei principali modelli teorici per la comprensione dell'adolescenza, si analizza, sempre da un punto di vista psicodinamico, come fattori di natura individuale, familiare, evolutivo, sociale e istituzionale contribuiscono a produrre il fenomeno del disagio scolastico nonchè dell'insuccesso e della dispersione scolastica. La tesi contiene anche una ricerca effettuata in una scuola superiore di Torino sui fattori più importanti alla base delll'insuccesso scolastico in adolescenza.

Mostra/Nascondi contenuto.
1PARTE I L’ADOLESCENZA E IL DISAGIO ADOLESCENZIALE TEORIE INTERPRETATIVE 1. Modelli di comprensione dell'adolescenza utili ad interpretare vissuti e comportamenti in ambito scolastico. L’adolescenza è l’età del cambiamento come l’etimologia della parola indica: adolescere significa in latino “crescere”. Tra l’infanzia e l’età adulta l’adolescenza è un passaggio. L’adolescente non è più un bambino e non è ancora un adulto. Questo duplice movimento, abbandono e rinnegamento dell’infanzia da un lato e ricerca di uno statuto stabile di adulto dall’altra, costituisce l’essenza stessa del processo psichico che ogni adolescente attraversa. L’adolescenza come ogni altro processo di “passaggio” è caratterizzata dal coesistere di tendenze opposte, dalla instabilità propria di ogni trasformazione, dal divenire fatto di rotture, rinunce e dalla costruzione di aspetti psichici nuovi e modalità adulte di funzionamento. Esistono diversi modelli di comprensione e grandi cornici concettuali che hanno tentato di inquadrare o teorizzare i rimaneggiamenti tipici di questa età della vita. 1.1 Il modello biologico Secondo questo punto di vista gli eccessi emotivi osservabili in adolescenza sono collegati con un processo programmato biologicamente, che determina la differenziazione sessuale e le modificazioni somatiche puberali. In virtù di questo processo inscritto geneticamente intorno ai dieci anni e mezzo nella femmina e ai dodici anni e mezzo nel maschio, si ha una crescita dei livelli sanguigni di gonadotropine prodotte a livello ipofisario. Questo provoca una secrezione gonadica di ormoni che sono responsabili della crescita fisica e della maturazione dei caratteri sessuali primari e secondari. Nella femmina osserviamo,

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Massimo Campisi Contatta »

Composta da 284 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6286 click dal 21/01/2008.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.