Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La formazione in psicologia clinica: dalla letteratura agli eventi d'aula

La tesi presenta il resoconto clinico di varie attività formative progettate durante l'anno accademico 2006/2007 con gli studenti del II anno di psicologia: 1) un'Analisi Emozionale del Testo all'inizio dell'anno circa l'immaginario della psicologia; 2) la lettura clinica dell'evoluzione delle relazioni d'apprendimento durante i mesi di lezione; 3) il resoconto di un lavoro in Piccolo Gruppo svolto alla fine dell'anno.
Seguono 3 appendici, speculari ai 3 capitoli summenzionati, in cui vengono proposte le basi teoriche su cui si fonda la tesi e presentati i materiali utilizzati per l'elaborazione delle ipotesi messe a verifica nel corpus del lavoro.
L'obiettivo dell'elaborato è quello di comprovare la validità di una metodologia formativa effettivamente professionalizzante, nell'ambito dell'acquisizione di competenze psicologico-clinico: la formazione psicosociale (mediante implicazione dei partecipanti al processo d'apprendimento all'interno della "lezione emozionata").

Mostra/Nascondi contenuto.
LA FORMAZIONE IN PSICOLOGIA CLINICA: dalla letteratura agli eventi d’aula INTRODUZIONE 5 INTRODUZIONE Il lavoro che prende avvio nasce nell’intento di rileggere ed organizzare un pensiero clinico sull’attività di tirocinio svolta presso la Cattedra di Psicologia Clinica del Professor Renzo Carli, durante il periodo settembre 2006-marzo 2007. Esso ha avuto inizio con la partecipazione alle lezioni di “Psicologia Clinica” del II anno della Laurea Triennale in “Intervento clinico per la persona, il gruppo e le istituzioni” ed è proseguito con l’implicazione in alcune attività formative pensate per gli studenti del Corso. L’intercorrelazione tra le tematiche trattate ha contribuito all’organizzazione macro e micro-strutturale della tesi, articolata secondo l’ordine diacronico con cui si sono succedute le varie attività formative. Il lavoro di tesi presenta, quindi, un progetto coerente, nei tre Capitoli in cui è suddiviso, nei rispettivi sottoparagrafi e nelle tre Appendici finali. Esso, difatti, mira ad avviare un processo di verifica delle strategie formative, dei costrutti teorici e delle modalità di intervento della psicologia clinica, in contrapposizione con la “tendenza della formazione a sottrarsi ad una verifica che abbia a che fare con la funzionalità organizzativa o, comunque, con gli obiettivi dell’organizzazione” (Carli, Paniccia, 1999) 1 . All’interno dei tre Capitoli, le ipotesi elaborate grazie allo studio della letteratura, proposto in Appendice 2 2 , vengono messe a verifica mediante un’analisi dell’evoluzione del processo di professionalizzazione, attraversato dagli studenti, cimentatisi con proposte formative coerenti con la teoria della tecnica promossa dall’Analisi della Domanda. È quest’ultimo, infatti, il riferimento teorico dell’intero lavoro. Esso si dispiega nell’“esplorazione delle simbolizzazioni affettive, agite da chi pone una domanda d’intervento allo psicologo” (Carli, Paniccia, 2003) 3 . 1 Carli R., Paniccia R. M. (1999), Psicologia della formazione, Il Mulino, Bologna, p. 10. 2 Tale Appendice si pone, pertanto, l’obiettivo di rendere fruibili le basi teoriche ed i linguaggi utilizzati a chi si avvale di differenti paradigmi di riferimento, nell’ambito delle tematiche trattate nel corso del lavoro. 3 Carli R., Paniccia R. M. (2003), Analisi della domanda. Teoria e tecnica dell’intervento in psicologia clinica, Il Mulino, Bologna, p. 10.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Chiara Gallo Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1835 click dal 24/01/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.