Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La depressione postpartum: una rassegna scientifica degli aspetti psicopatologici e contributi transculturali

In questo lavoro si parla di depressione postpartum,considerata una possibile declinazione della sindrome depressiva che insorge nella donna subito dopo il parto.
Strutturata in tre parti, nella prima parte si è cercato di cogliere e mettere in evidenza gli aspetti salienti della gravidanza come esperienza psichica; nella seconda parte si parla della depressione postpartum, partendo da un'inquadratura storica del disturbo sino ad analizzare la recente letteratura scientifica in merito.
Nella terza parte sono stati delineati i vari modelli interpretativi della depressione postpartum; il capitolo si conclude con una serie di raccolte recentissime riguardanti gli studi effettuati in contesti non occidentali sulla depressione postpartum.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Negli ultimissimi anni sempre più frequentemente i mass media hanno dato risalto a fatti di infanticidio, a fatti di madri che non riescono più a reggere situazioni di grave stress familiare e che non riescono a prendersi cura dei loro figli, nonostante il desiderio di averli sia stato molto forte; e così l’attenzione dell’opinione pubblica ha attirato anche l’interesse di addetti ai lavori, psicologi e sociologi in primis, per riuscire a comprendere meglio ciò che accade nella mente di una donna e cosa impedisca di vivere il rapporto col proprio bambino serenamente. C’è, poi, il ricordo di un’esperienza “quasi personale” vissuta due anni fa in un ospedale di Eboli; il ricordo di questa donna ricoverata nel reparto di ostetricia e che aveva partorito da qualche giorno. Mi aveva colpito molto il fatto che apparisse, durante le visite parentali e quando le portavano il bambino, triste, vuota, spenta mentre tutto, intorno a lei, gioiva. Così è nato il mio lavoro di tesi; un po’ da una storia vera, un po’ dalle notizie che ultimamente hanno riempito giornali e telegiornali di neomammemostro, che sono arrivate ad uccidere, o quasi, i propri neonati. In questo lavoro si parlerà, nello specifico, della depressione postpartum, un risvolto di una condizione depressiva che può insorgere nella donna subito dopo il parto; ho ritenuto comunque opportuno sviluppare anche i due estremi del disturbo depressivo proprio del periodo

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Luca Bonfigli Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7498 click dal 24/01/2008.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.