Skip to content

La microsimulazione di una porzione di rete stradale complessa. Un'applicazione alla Piazza Matteotti a Cagliari.

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Porru
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Italo Meloni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

In molte città italiane di media e grande dimensione, spesso congestionate dal punto di vista della mobilità, le condizioni del traffico e della circolazione possono risultare piuttosto critiche. Tali problemi possono in primo luogo essere causati da una mancata programmazione e pianificazione degli interventi sull’offerta di trasporto : la crescita della domanda inevitabilmente porta alla congestione .
In ambito urbano i maggiori perditempo si hanno nelle intersezioni: tali perditempo non si ripercuotono solo sull’intersezione in esame, facendo calare il suo livello di servizio, ma anche su estese porzioni di rete stradale che interagiscono con tale intersezione.
Risulta quindi fondamentale la regolazione e la progettazione ottimale di tali nodi, a maggior ragione quando aumenta la loro complessità, l’entità dei flussi che la attraversano e il numero delle categorie di utenti interessate.
Molti di questi nodi sono posizionati in ambiti particolari dal punto di vista storico, paesaggistico, ambientale, perché posizionati in prossimità dei centri storici, del fronte mare, e così via. Pertanto gli interventi su questi nodi sono ugualmente indispensabili dal punto di vista della fruibilità dei luoghi, fruibilità che aumenta in relazione all’abbattimento della congestione del traffico.
L’approccio più efficace per affrontare problemi così complessi consiste nell’esaminare nel modo più dettagliato possibile ogni singolo elemento che concorre al fenomeno. Nel caso di aree urbane e reti non troppo estese, può essere usato con successo un metodo di microsimulazione: in questo modo è possibile considerare il movimento ed il comportamento dei singoli veicoli, e infine conoscere come il loro comportamento influisca sulla circolazione. La microsimulazione è infatti in grado di fornire analisi precise, dinamiche e puntuali della mobilità, a patto che il modello sia ben studiato e calibrato in modo il più possibile aderente con la realtà.
L’obiettivo della presente tesi è la progettazione funzionale di un’intersezione complessa tramite un approccio microsimulativo, che permetta dunque di conoscere in modo esaustivo e dinamico l’influenza che ha sulla circolazione ogni singolo elemento che si muove sulla porzione di rete in esame, sia nello stato attuale che nella situazione di progetto. Tale approccio inoltre fornisce un prezioso contributo alla progettazione della configurazione planimetrica della rete: analizzando le traiettorie assunte dai flussi veicolari possono essere individuati gli interventi progettuali più adatti ad evitare punti di conflitto o a limitarne la pericolosità, attraverso isole spartitraffico opportunamente sagomate o segnaletica orizzontale adeguata.
Attraverso il software Paramics è stato possibile analizzare dettagliatamente, dal punto di vista microsimulativo, l’intersezione complessa in esame, ossia la Piazza Matteotti a Cagliari, un nodo di notevole importanza strategica nella dinamica dei trasporti cittadina. Si pensi solo alla sua importanza come centro di interscambio modale: è presente l’area portuale, la stazione ferroviaria, la stazione degli autobus per i collegamenti extraurbani, una zona di sosta per i taxi, numerosi capolinea di importanti linee di autobus urbane. Importanti flussi pedonali di interscambio modale sono ovviamente correlati ai vari modi di trasporto.
La piazza Matteotti è inoltre attraversata da importanti flussi di traffico : è percorso quasi obbligato per i veicoli provenienti dalla SS 195 e diretti verso il centro città, e per i veicoli in uscita dalla città.
Nella piazza Matteotti o nelle immediate vicinanze sono inoltre presenti numerosi poli attrattivi, come il municipio, il palazzo del consiglio regionale, e attività commerciali e per lo svago che attraggono numerosi utenti: ci sono pertanto flussi pedonali elevati dipendenti da attività ricreative, che si sommano ai flussi legati alla intermodalità di piazza Matteotti, e non sempre tali flussi sono messi in condizione di poter usufruire al meglio della porzione di rete in esame.
L’obiettivo della tesi è cercare di rendere la piazza e le aree circostanti più fruibili per i pedoni, possibilmente non a scapito dei flussi veicolari che circolano sulla rete. Attraverso un approccio “what if”, ossia “ cosa succede se”, sono state testate alcune ipotesi progettuali, verificando poi gli effetti che avrebbero avuto tali progetti sull’offerta di trasporto e sul traffico veicolare. E’ un processo iterativo, che alla fine ha portato allo scenario di progetto, esposto nell’ultima parte della tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE In molte città italiane di media e grande dimensione, spesso congestionate dal punto di vista della mobilità, le condizioni del traffico e della circolazione possono risultare piuttosto critiche. Tali problemi possono in primo luogo essere causati da una mancata programmazione e pianificazione degli interventi sull’offerta di trasporto : la crescita della domanda inevitabilmente porta alla congestione . In ambito urbano i maggiori perditempo si hanno nelle intersezioni: tali perditempo non si ripercuotono solo sull’intersezione in esame, facendo calare il suo livello di servizio, ma anche su estese porzioni di rete stradale che interagiscono con tale intersezione. Risulta quindi fondamentale la regolazione e la progettazione ottimale di tali nodi, a maggior ragione quando aumenta la loro complessità , l’entità dei flussi che la attraversano e il numero delle categorie di utenti interessate. Molti di questi nodi sono posizionati in ambiti particolari dal punto di vista storico, paesaggistico, ambientale, perché posizionati in prossimità dei centri storici, del fronte mare, e così via. Pertanto gli interventi su questi nodi sono ugualmente indispensabili dal punto di vista della fruibilità dei luoghi, fruibilità che aumenta in relazione all’abbattimento della congestione del traffico. L’approccio più efficace per affrontare problemi così complessi consiste nell’esaminare nel modo più dettagliato possibile ogni singolo elemento che concorre al fenomeno. Nel caso di aree urbane e reti non troppo estese, può essere usato con successo un metodo di microsimulazione: in questo modo è

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

archi
assegnazione
cagliari
circolazione
congestione
domanda
flusso
kerbs
macrosimulazione
matteotti
microsimulazione
nodi
offerta
paramics
pianificazione
privato
pubblico
roma
software
stoplines
trasporti
trasporto
veicolare
zonizzazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi