Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Libertà d'informazione: profili giurisprudenziali dell'informazione a mezzo stampa

La mia tesi di laurea analizza le problematiche relative al contemperamento di interessi tra la libertà d'informazione a mezzo stampa, costituzionalmente garantita, ed il diritto alla privacy, attraverso un esame delle pronunce giurisprudenziali in materia.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE 1. Pluralità di significati della formula "libertà di informazione" Nella società odierna, la libertà d'informazione occupa un ruolo fondamentale, sia nel rapporto tra cittadini e pubblici poteri, che nell'ambito dei rapporti civili tra soggetti privati. Il riconoscimento di tale libertà costituisce una premessa indispensabile per il buon funzionamento di ogni regime liberaldemocratico, in quanto influisce sul corretto formarsi della pubblica opinione, vale a dire del consenso su cui si reggono le maggioranze di governo e del dissenso da cui le opposizioni traggono alimento. Senza una libera informazione non si potrebbe neanche parlare di democrazia in senso proprio, perche il voto non sarebbe sostanzialmente libero, il controllo sugli organi di governo diverrebbe pressochè impossibile, la stessa vita politica ne risulterebbe pregiudicata .

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Danila Pacifico Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4889 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.