Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Portafogli SMB e HML: dalla teoria al mercato

Partendo dalle caratteristiche dei diversi modelli di pricing descritti attraverso quelli che assumono il nome dei modelli multifattoriali, in questa sede, si cerca di approfondire una delle tesi fin ora più discusse nell’ambito dell’economia finanziaria. Si tratta del modello a tre fattori, presentato dagli studiosi americani Fama e French.
L’obiettivo principale del lavoro è verificare la validità di tale modello e trovare possibili applicazioni sui mercati azionari. In particolare, lo scopo è quello di individuare dei prodotti finanziari simili ai portafogli SMB e HML, utilizzati dai due autori all’interno delle loro analisi empiriche. Contemporaneamente tali prodotti dovrebbero essere disponibili per la cerchia dei piccoli investitori, ai quali potrebbe essere d’aiuto un analisi simile per le proprie decisioni d’investimento. Di conseguenza sarà fondamentale operare sui prodotti comuni che non abbiano eccessive richieste di capitale disponibile.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Partendo dalle caratteristiche dei diversi modelli di pricing descritti attraverso quelli che assumono il nome dei modelli multifattoriali, in questa sede, si cerca di approfondire una delle tesi fin ora più discusse nell’ambito dell’economia finanziaria. Si tratta del modello a tre fattori, presentato dagli studiosi americani Fama e French. L’obiettivo principale del lavoro è verificare la validità di tale modello e trovare possibili applicazioni sui mercati azionari. In particolare, lo scopo è quello di individuare dei prodotti finanziari simili ai portafogli SMB e HML, utilizzati dai due autori all’interno delle loro analisi empiriche. Contemporaneamente tali prodotti dovrebbero essere disponibili per la cerchia dei piccoli investitori, ai quali potrebbe essere d’aiuto un’analisi simile per le proprie decisioni d’investimento. Di conseguenza sarà fondamentale operare sui prodotti comuni che non abbiano eccessive richieste di capitale disponibile. La strategia individuata implica un investimento nei titoli delle piccole società a bassa capitalizzazione possibilmente sottovalutati dal mercato, nello stesso tempo sarebbe opportuno vendere allo scoperto quei titoli delle grandi società molto prezzati dal mercati e in qualche maniera sopravalutati. Naturalmente, una strategia simile implica diverse problematiche, sia dal punto di vista legale, che dal punto di vista economico-finanziario, le quali dovranno essere superate trovando un giusto trade-off tra la strategia applicabile sul mercato e le disponibilità finanziarie del piccolo risparmiatore. È evidente, per cui, che i

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Tomislav Simala Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1061 click dal 12/02/2008.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.