Skip to content

Strategie di internazionalizzazione di un'impresa leader distrettuale: verso la rete transnazionale. Il caso Lotto Sport Italia S.p.a.

Informazioni tesi

  Autore: Marco Pasin
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Enzo Rullani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 181

L' avanzare del processo di globalizzazione economica sta spingendo i distretti industriali verso una più consistente apertura internazionale: una crescente quota di imprese distrettuali sta in questo senso assumendo via via i caratteri di imprese a rete transnazionali. Ugualmente, gli stessi sistemi distrettuali stanno subendo un' evoluzione da reti tradizionalmente locali a reti trans-locali, che nel loro operare si appoggiano e coinvolgono più luoghi ed attori dispersi su scala globale. Si verifica dunque un punto di rottura nei confronti di un sistema consolidatosi nel corso degli ultimi trent' anni: il distretto industriale, la cui filiera produttiva è stata tradizionalmente confinata a livello locale, è ora più che mai spinto ad un'attiva partecipazione al processo di internazionalizzazione dell'economia.
Operare nella nuova economia globale significa confrontarsi, competere nonché collaborare con una serie di nuovi attori e paesi talvolta caratterizzati da profonde differenze sul costo dei fattori produttivi. Significa dunque saper inserirsi con le proprie specializzazioni all' interno di circuiti di divisione del lavoro che da locali divengono ora transnazionali. In una competizione fondata principalmente su questioni efficientistiche e su un economia materiale, la sorte sarebbe evidentemente dolorosa per quelle tradizionali produzioni distrettuali, caratterizzate da bassi contenuti tecnologici ed elevati costi della manodopera. Ma nell' attuale scenario economico l' efficienza, se pur sempre fondamentale, è solo una componente del vantaggio competitivo alla quale si affianca crescentemente, ed a tutti i livelli, la capacità di rispondere in maniera innovativa e reattiva alle continue e mutevoli esigenze espresse (o latenti) della domanda. Una visione più sostenibile della competitività dell' impresa distrettuale e del sitema locale-distretto è favorita dunque da un loro riposizionamento competitivo in termini innovativi, tenendo inoltre conto dell' ampio processo di smaterializzazione del valore che sta trasformando l' economia complessiva.
Per l' impresa distrettuale, allo scopo di rinnovare la propria competitività su scala globale, si rende allora necessario concentrarsi in alcune attività core attraverso sempre più ingenti e continui investimenti in innovazione per mantenere un differenziale cognitivo rispetto ai competitors. Ma per aumentare la capacità di innovazione bisogna imparare a usare, creare e diffondere meglio la conoscenza nel sistema economico. La risposta dei distretti alla globalizzazione si gioca in ultima sull' economia e la gestione della conoscenza, e l'internazionalizzazione rappresenta un esito necessario ma anche fonte di nuovi stimoli ed opportunità.
Secondo la nostra visione infatti, l' internazionalizzazione costituisce anzitutto un fenomeno cognitivo: si va all' estero per replicare in altri mercati le conoscenze di cui si è già dotati (knowledge exploiting), ma anche per accedere ed acquisirne di nuove così da arricchire il proprio patrimonio cognitivo (knowledge seeking). In altre parole, una competizione sempre più knowledge based come quella nell' attuale scenario globale necessita, da un lato di conseguire le necessarie economie di scala di conoscenza ripartendo su base globale i crescenti investimenti immateriali sostenuti e così alimentarne di nuovi; e dall' altro necessita l' apprendimento di una base maggiore di conoscenze utili alla produzione, ovunque esse siano disperse globalmente.
Si impone dunque una maggior apertura internazionale delle imprese distrettuali, che si traduce in maggior apertura cognitiva verso i potenziali utilizzatori e produttori di conoscenze dispersi su scala globale. Si impongono in altre parole modalità di internazionalizzazione più consistenti ed efficaci alla competizione globale delle piccole medie imprese distrettuali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L' avanzare del processo di globalizzazione economica sta spingendo i distretti industriali verso una più consistente apertura internazionale: una crescente quota di imprese distrettuali sta in questo senso assumendo via via i caratteri di imprese a rete transnazionali. Ugualmente, gli stessi sistemi distrettuali stanno subendo un' evoluzione da reti tradizionalmente locali a reti trans-locali, che nel loro operare si appoggiano e coinvolgono più luoghi ed attori dispersi su scala globale. Si verifica dunque un punto di rottura nei confronti di un sistema consolidatosi nel corso degli ultimi trent' anni: il distretto industriale, la cui filiera produttiva è stata tradizionalmente confinata a livello locale, è ora più che mai spinto ad un'attiva partecipazione al processo di internazionalizzazione dell'economia. Operare nella nuova economia globale significa confrontarsi, competere nonché collaborare con una serie di nuovi attori e paesi talvolta caratterizzati da profonde differenze sul costo dei fattori produttivi. Significa dunque saper inserirsi con le proprie specializzazioni all' interno di circuiti di divisione del lavoro che da locali divengono ora transnazionali. In una competizione fondata principalmente su questioni efficientistiche e su un economia materiale, la sorte sarebbe evidentemente dolorosa per quelle tradizionali produzioni distrettuali, caratterizzate da bassi contenuti tecnologici ed elevati costi della manodopera. Ma nell' attuale scenario economico l' efficienza, se pur sempre fondamentale, è solo una componente del vantaggio competitivo alla quale si affianca crescentemente, ed a tutti i livelli, la capacità di rispondere in maniera innovativa e reattiva alle continue e mutevoli esigenze espresse (o latenti) della domanda. Una visione più sostenibile della competitività dell' impresa distrettuale e del sitema locale-distretto è favorita dunque da un loro riposizionamento competitivo in termini innovativi, tenendo inoltre conto dell' ampio processo di smaterializzazione del valore che sta trasformando l' economia complessiva. Per l' impresa distrettuale, allo scopo di rinnovare la propria competitività su scala globale, si rende allora necessario concentrarsi in alcune attività core attraverso sempre più ingenti e continui investimenti in innovazione per mantenere un differenziale cognitivo rispetto ai competitors. Ma per aumentare la capacità di innovazione bisogna

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

competitività globale
distretti industriali
globalizzazione imprese
imprese abbigliamento sportivo
imprese montebelluna
internazionalizzazione
lotto sport montebelluna
reti transnazionali
strategie impresa
transnazionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi