Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione della tutela materno-infantile con riferimento ad un distretto della bergamasca

Il lavoro su cui ho deciso di concentrare le mie fatiche è l’argomento, sempre più in rilievo, della tutela della maternità e dell’infanzia. Il taglio che ho fornito alla relazione è storico-critico, propone una trattazione storica dell’evoluzione di questi due fenomeni, osservando qual è la situazione attuale, quali offerte vi sono all’interno della società e come sono gestite.
In concreto gli ambiti toccati sono molteplici, per quanto concerne la trattazione storica: l’evoluzione del pensiero medico attorno al problema dell’embriogenesi e la storia dei primi ospedali pediatrici e delle prime scuole di pediatria (tedesca, inglese, europea, italiana). Il focus sul panorama attuale comprende invece: la Scuola Pediatrica Italiana, la SIP (Società Italiana di Pediatria), il pediatra di comunità e quello di libera scelta, l'APeG (Associazione Pediatri in Gruppo), la FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri), le associazioni volontarie e quelle presenti sul web. Un capitolo è dedicato alla trattazione della situazione attuale in cui versano i bambini e le loro madri, stimata dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), da cui partiranno alcune considerazioni importanti. Vi è poi una più ampia analisi dei consultori familiari ed, in particolare, di un consultorio presente a Ponte San Pietro (BG). Al termine dell'analisi, si tentano di approfondire alcuni aspetti trattati, per sottolineare nodi critici e proporre strategie e metodi di lavoro, nonché direzioni future verso le quali ci si può dirigere per tutelare sempre meglio la maternità e, in particolar modo, i "piccoli esseri" che un giorno diventeranno uomini e donne del mondo.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il lavoro su cui ho deciso di concentrare le mie fatiche è l’argomento, sempre più in rilievo, della tutela della maternità e dell’infanzia. Il taglio che ho fornito alla relazione è storico-critico, propone una trattazione storica dell’evoluzione di questi due fenomeni, osservando qual è la situazione attuale, quali offerte vi sono all’interno della società e come sono gestite. Motivazioni Moltissimi sono i motivi che mi hanno spinto ad intraprendere questa ricerca. L’argomento innanzitutto è di grande attualità, soprattutto in questo periodo, nel quale si cerca sempre più di procedere verso la qualità dei servizi e di rispondere al maggior numero di esigenze delle persone, in un’ottica di prevenzione piuttosto che di cura, seguendo così un indirizzo nuovo e relativamente moderno. A questo proposito era un mio grande interesse capire quali movimenti vi fossero stati in questo senso in Italia. Mi è sembrato logico quindi, per comprendere meglio i cambiamenti avvenuti e le sfaccettature del fenomeno, osservarlo inizialmente nella sua evoluzione storica, per cogliere gli elementi più significativi ed i momenti che hanno segnato le svolte decisive. Durante la raccolta del materiale ho potuto vedere come ci si sia mossi essenzialmente su due fronti per tutelare la maternità e l’infanzia, ovvero la creazione dei Consultori Familiari per quanto riguarda la tutela della maternità ed il sostegno alla genitorialità, e la nascita e l’evoluzione del pediatra, oggi figura di riferimento per la salute e la tutela

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Carissimi Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1989 click dal 15/02/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.