Skip to content

Il Global Positioning System per l’acquisizione di dati morfologici territoriali ad alta risoluzione e successiva definizione degli scenari di esondazione in ambiente G.I.S. con un modello statico di simulazione delle altezze idrometriche - Comune di Nizza Monferrato (Asti) -

Informazioni tesi

Sistemi informativi territoriali e telerilevamento
  Autore: Fabio Nicotera
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2007
Docente/Relatore: Prof. Antonio Rusconi
Istituito da: Università IUAV di Venezia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

La pianificazione urbanistica di un centro abitato si fonda sulla conoscenza approfondita delle più importanti componenti naturali e antropiche che caratterizzano il territorio al fine di ricostruirne i modelli morfoevolutivi e, quindi, prevedere, per quanto possibile sia l’innesco di nuovi fenomeni alterativi sia le conseguenze che ne possono derivare. Tale approccio operativo consente di definire un’adeguata prevenzione ai conseguenti rischi per la sicurezza dei residenti, la salvaguardia delle attività produttive e la sostenibilità delle previsioni di sviluppo. Affrontare in questi termini le problematiche legate alla pianificazione urbanistica, se non consente di eliminare totalmente i rischi per la popolazione, soprattutto in virtù di quanto è stato concesso in passato, tende a minimizzare il livello di rischio ambientale. Le conoscenze scientifiche oggi a disposizione consentono un approccio sicuramente più efficace alla definizione delle problematiche insite nel rapporto ambiente - antropizzazione e offrono, inoltre, una capacità di intervento tale da rendere compatibile lo sviluppo socio-economico con l’assetto del territorio.

In quest’ottica, lo studio espresso in queste pagine ha come fine principale quello di mettere in evidenza l’efficacia dei metodi di telerilevamento satellitare basati sul Global Positioning System per la definizione, in tempi relativamente rapidi, della topografia a grande dettaglio dei luoghi e dell’applicazione di modelli per la valutazione della pericolosità da esondazione in ambiente G.I.S., offrendo nuovi strumenti a sostegno delle politiche decisionali in ambito di pianificazione urbanistica.
Per la sua prima fase di impostazione il lavoro si è basato sulla raccolta e l’esame di dati bibliografici, cartografici e digitali disponibili, successivamente è stato realizzato un rilievo plano-altimetrico ad alta risoluzione con tecnica GPS.
Tutto il materiale così raccolto è stato inserito all’interno di un software G.I.S. ed è stato sottoposto ad una serie di elaborazioni che hanno consentito di acquisire dati morfologici ad alta risoluzione utili ad infittire il modello digitale del terreno già disponibile.
La seconda fase dello studio ha riguardato l’applicazione di un modello digitale per la verifica della pericolosità da esondazione, all’interno del centro urbano di Nizza Monferrato, sulla base delle altezze idrometriche potenzialmente verificabili o storicamente già verificate in occasione di eventi alluvionali.
Ciò ha consentito di definire, con alta precisione, le modalità di invasione dell’abitato da parte delle acque di esondazione e di effettuare, inoltre, un confronto con le aree attualmente considerate maggiormente a rischio dal punto di vista urbanistico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Fabio Nicotera - 3 - - PREMESSA ED OBIETTIVI Il territorio oggetto di quest’analisi riguarda il comune di Nizza Monferrato, situato nel Piemonte meridionale, in provincia di Asti, dove le maggiori criticità ambientali riguardano il rischio da esondazione del torrente Belbo. A seguito dell’evento alluvionale del novembre 1994, ultimo in ordine di tempo, il regime idraulico di questo corso d’acqua è stato analizzato a fondo sia dal punto di vista storico che da quello geomorfologico e idraulico e tali studi hanno condotto alla definizione di provvedimenti tecnico-normativi vincolanti in ambito di pianificazione territoriale. In base alla normativa di settore vigente nella regione Piemonte, la pianificazione urbanistica di un centro abitato viene fondata sulla conoscenza approfondita delle più importanti componenti naturali e antropiche che caratterizzano il territorio al fine di ricostruirne i modelli morfoevolutivi e, quindi, prevedere, per quanto possibile, sia l’innesco di nuovi fenomeni alterativi che le conseguenze che ne possono derivare. Tale approccio operativo consente di definire un’adeguata prevenzione ai conseguenti rischi per la sicurezza dei residenti, la salvaguardia delle attività produttive e la sostenibilità delle previsioni di sviluppo. Affrontare in questi termini le problematiche legate alla pianificazione urbanistica, se non consente di eliminare totalmente i rischi per la popolazione, soprattutto in virtù di quanto è stato concesso in passato, tende a minimizzare il livello di rischio ambientale. Le conoscenze scientifiche oggi a disposizione consentono un approccio sicuramente più efficace alla definizione delle problematiche insite nel rapporto ambiente - antropizzazione e offrono, inoltre, una capacità di intervento tale da rendere compatibile lo sviluppo socio-economico con l’assetto del territorio. In quest’ottica, lo studio espresso in queste pagine ha come fine principale quello di mettere in evidenza l’efficacia dei metodi di telerilevamento satellitare basati sul Global Positioning System per la definizione, in tempi relativamente rapidi, della topografia a grande dettaglio dei luoghi e dell’applicazione di modelli per la valutazione della pericolosità da esondazione in ambiente G.I.S., offrendo nuovi strumenti a sostegno delle politiche decisionali in ambito di pianificazione urbanistica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

altezze idrometriche
d.t.m.
esondazioni
gps
modelli di simulazione
modelli digitali del terreno
pericolosità geomorfologica
pianificazione territoriale
pianificazioni urbanistiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi