Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Multidimensionalità dello sviluppo. L'esperienza della Comunità Missionaria di Villaregia in Perù.

Partendo da una semplice osservazione della società peruviana con cui sono venuto a contatto, ho analizzato la situazione economica e politica del paese.
Attraverso la ricerca di materiale cartaceo ed interviste a persone direttamente coinvolte in fatti di primo interesse per la ricerca, ho messo a fuoco i vari elementi che la teoria dello sviluppo del Biagini pone in primo piano.
In particolare ho ricercato le opportunità e le costrizioni date dall’ambiente peruviano che costituiscono dei fattori determinanti per lo sviluppo del paese.
In seguito ho evidenziato tutti quei fattori di dinamicità e staticità che la società peruviana possiede e che ne delineano una predisposizione alla non accettare delle innovazioni.
Inoltre, trovandomi in una zona periferica della città di Lima ho sottolineato le differenze tra centro e periferia che in svariati casi creano situazioni di conflitto tra le varie fasce di popolazione.
Sempre in tema di conflitto, ho studiato anche grazie all’aiuto di testimoni oculari, il periodo tra il 1980 e il 2000 in cui il PCP-Sendero Luminoso ha creato un clima di terrore in tutto il Perù per ottenere il potere sullo stato.
Raggruppando tutto il materiale trovato ho potuto trarre delle conclusioni riguardo allo stadio di sviluppo in cui si trova il Perù.
In fine, ho analizzato i progetti di promozione umana portati avanti dalla Comunità Missionaria di Villaregia in due quartieri alla periferia di Lima.


Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Attraverso la teoria dello sviluppo del Biagini intendo analizzare in modo molto generale lo stadio di sviluppo del Perù. Questo lavoro è nato partendo dal desiderio di fare un’esperienza di missione in un paese del terzo mondo. In particolare intendo evidenziare tutti quegli aspetti della società che potrebbero essere la causa di uno stato di povertà estrema sia dal punto di vista materiale che culturale. Aspetti geografici ed avvenimenti storici giocano un ruolo fondamentale all’interno del contesto politico ed economico del paese. Un ruolo fondamentale è stato giocato dalle numerose dominazioni dispotiche teocratiche e dal terrorismo nel periodo compreso tra il 1980 ed il 2000, in cui il “Sendero Luminoso” ha seminato terrore e morte. Oggi si notano ancora le conseguenze di questi eventi storici e la società versa pertanto in condizioni di grave staticità. Si osserva un’organizzazione inefficiente, conseguenza di un senso dello spazio poco sviluppato. Tutto viene fatto in modo incompleto e poco pianificato. La prima cosa che si nota uscendo dall’aeroporto di Lima è l’estremo disordine che regna nelle vie della città. Non vengono rispettati i segnali e tanto meno le precedenze, ognuno cerca di avere la meglio sugli altri automobilisti infilandosi in ogni spazio vuoto. La maggior parte delle combi e degli autobus offre un servizio pubblico, ma sono gestite da privati. Questo crea molta concorrenza così ciascun autobus offre un prezzo diverso, anche se viene esposto un tariffario fisso. Avvicinandosi alla periferia e in particolare ai distretti di Villa Maria del Triunfo e San Juan de Miraflores dove ho eseguito le ricerche, si nota uno stato di estrema povertà.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Giuseppe D'orazzi Contatta »

Composta da 262 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 983 click dal 08/04/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.