Skip to content

Modello di simulazione ad agenti del mercato di borsa: realismo del book

Informazioni tesi

  Autore: Antonio De Ruvo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Pietro Terna
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 212

La complessità del mercato di borsa, e ciò che ne influenza l'andamento, non può essere semplificato con la restrizione/eliminazione di parte delle variabili che interagiscono, per comprenderne le dinamiche.
Al fine di aggirare il grande ostacolo, creato dai metodi matematici e dell'economia classica, abbiamo ricreato una sorta di laboratorio con il quale è possibile sperimentare ed osservare ex-post i risultati ottenuti.
Ricostruendo esattamente gli algoritmi del book della borsa, e facendoli interagire con agenti artificiali, abbiamo ottenuto un programma che costituisce un valido strumento per capire e apprendere le dinamiche dei prezzi.
Dagli esperimenti effettuati, abbiamo riscontrato che semplici agenti random possono, con il loro operare, creare dinamiche dei prezzi complessi come ad esempio bolle e crash.
L'osservazione dei risultati, e la loro registrazione in serie storiche, aiuta a comprendere quali possono essere le ragioni del crearsi di specifici andamenti nei prezzi di borsa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Il mercato di borsa come sistema complesso CAPITOLO 1 IL MERCATO DI BORSA COME SISTEMA COMPLESSO 1.1 LA COMPLESSITA’. La realtà in cui siamo immersi è formata da molti sistemi complessi caratterizzati dalla convivenza di tanti fattori eterogenei che, con la loro interazione, creano dinamiche di vario tipo. Le relazioni presenti in questi sistemi, spesso sono caratterizzate da non linearità, per cui risulta molto difficile, se non impossibile, spiegare l’effetto finale partendo dalla conoscenza delle singole cause. È fondamentale non confondere il termine “complesso” con “complicato”: come anticipato ciò che è complesso non è scomponibile e deve essere considerato nella sua interezza essendo composto da una fitta rete di relazioni che si condizionano a vicenda; complicato invece è qualcosa che può essere scisso nelle sue parti essenziali e dalla somma di queste è possibile capire e prevedere ciò che si ottiene. Negli ultimi anni lo studio della complessità si è sviluppato maggiormente anche grazie alla grossa spinta impressa dall’evoluzione tecnologica: le innovazioni hanno dato ai ricercatori strumenti più adeguati alla rappresentazione e alla comprensione di fenomeni complessi che interessano varie discipline tra cui anche l’economia. Col passare del tempo la complessità è stata definita in diversi modi tra cui quella di Richard H. Day (1994) che definisce complesso un sistema dinamico se da un punto di vista endogeno non tende asintoticamente ad un punto fisso, a un ciclo limitato o a un’esplosione. Nella sua visione un fenomeno di questo tipo può avere comportamenti discontinui e può essere descritto da equazioni differenziali o equazioni alle differenze finite, possibilmente comprendendo anche elementi stocastici. Barckley e Rosser (1999), argomentando su questa definizione, mettono in luce come sia difficile associare le parole di Day alla complessità riferita all’economia, in quanto in questo ambito l’interazione tra gli individui crea complicazioni non prevedibili e quindi difficilmente rappresentabili attraverso una metodologia puramente matematico-statistica. Questo porta ad una visione completamente innovativa dello studio dell’economia che passa da quella classica, in cui per giungere a delle conclusioni è necessario fare determinate semplificazioni (sotto forma di ipotesi che allontanano dalla realtà, tra le quali razionalità degli individui e informazione perfetta), ad una più innovativa che tende a modellizzare la realtà individuando regole base degli elementi costitutivi del modello. Questo secondo metodo di studio dell’economia punta, attraverso l’interazione delle parti che compongono il modello, all’osservazione delle dinamiche che si creano e non alla loro comprensione puntuale. Se così fosse cadrebbe la definizione di complessità. Come accade nella realtà, a volte, si ottengono 6

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agenti artificiali
antonio de ruvo
book
borsa
dinamica dei prezzi
economia
programma
simulazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi