Skip to content

Il corpo e le immagini nell'offerta terapeutica. Arte Terapia e DanzaMovimentoTerapia

Informazioni tesi

  Autore: Mila Rossana Maria Sanna
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: MARCO FRANCESCONI
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

Abstract

La tesi è il risultato del mio lavoro come danzamovimentoteapeuta e arte terapeuta, e del mio impegno professionale come vicepresidente dell’APID (Associazione Professionale Italiana DanzaMovimentoTerapeuti, Supervisore e Docente delle scuole di Formazione ( Milano, Cagliari, Firenze, Genova, Lecco), Membro del Consiglio Direttivo e Docente della Scuola di Formazione in Arte Terapia Clinica –Lyceum-Vitt3 di Milano. Ho una lunga esperienza di conduzione di gruppi di arte e danza terapia, con adulti e adolescenti in contesti pubblici e privati e mi sono specializzata nella terapia espressiva con adolescenti disabili, portatori di handicap intellettivi, ritardi e disturbi dell’apprendimento, nonché nella formazione di adulti.
Il mio interesse parte quindi dall’utilizzo del corpo e del movimento, del processo e della produzione artistica, principalmente come strumenti che mi appartengono e che mi hanno formata, che utilizzo costantemente sia per il sostegno alle persone, ma anche come strumenti personali di autoanalisi e di conoscenza.
la formazione nelle terapie espressive ed il loro studio mi ha permesso di continuare lo studio della psicologia,di affrontare un percorso terapeutico personale, indispensabile e tra i requisiti della formazione, e di riprenderlo negli ultimi anni, completandolo all’Università degli studi di Pavia.
Questa tesi vuole rappresentare un’integrazione delle conoscenze e delle esperienze apprese, per poter realizzare, attraverso chiarificazioni, contributi teorici, studi ed esperienza pratica, un quadro teorico più scientifico che permetta una visione più chiara e specifica delle terapie espressive, arricchendole del loro contenuto psicodinamico e psicoterapeutico più approfondito e correttamente interpretato.
Questo lavoro vuole essere un completamento quindi teorico e scientifico che riguarda la mia storia, ma anche offrire alle persone in formazione che vogliono approfondire e solidificare i presupposti teorici e pratici di questa pratica di relazione di aiuto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione “ l’insieme delle sensazioni che ci sono fornite dalle sensibilità intime corrisponde al senso della vita” (Brissaud) “Nella comprensione della vita interiore del bambino nella periodo preverbale gioca un ruolo notevole l’empatia cinestesica dell’osservatore, ossia “ l’attenzione libera e fluttuante” che permette di cogliere anche comportamenti imprevedibili, sorprendenti e insoliti. Oltre a queste modalità di osservazione di derivazione psicoanalitica, l’osservazione deve soprattutto utilizzare i comportamenti motori, cinestesici e gestuali del corpo del bambino che permettono di inferire, soprattutto nei primi anni di vita, gli eventi intrapsichici, perché i canali motori e cinestesici sono le principali vie espresse e difensive di scarica, assai prima che la comunicazione verbale prenda il loro posto”. 1 Ci osserva il bambino nel periodo preverbale ha l’opportunità di osservare il corpo in movimento, che permette di inferire che cosa avviene all’interno del bambino ; in atre parole i fenomeni motori sono correlati agli eventi psichici, che sono il loro prodotto finale. In questo periodo il linguaggio non ha ancora assunto la principale funzione espressiva e delega il compito della comunicazione alle sfere mimiche, motorie e gestuali. La ricchezza espressiva del comportamento affettivo-motorio, come il movimento di approccio in avanti e indietro, i comportamenti di richiamo e di allontanamento fra il bambino e la madre, la loro frequenza, intensità e durata, rappresenta un importante schema che fornisce chiavi di lettura per fenomeni psichici, emotivi e comportamentali incontrati negli anni successivi. 2 1 Malher, M., La nascita psicologica del bambino, Bollati- Boringhieri, Torino, 1978, pag.25. 2 L’autrice considera l’importanza di creare una griglia generale con la quale i fenomeni motori, specialmente quelli espressivi o affettivo-motori, potessero essere messi più specificatamente e didatticamente in riferimento con i processi intrapsichici, e auspica che in futuro vi siano ricercatori che si occupino di farlo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

apid
archetipi
arteterapia
danzamovimentoterapia
dare forma
emozioni
empatia
fiabazione
immaginazione attiva
la danza e le emozioni
la relazione di aiuto
le immagini e le emozioni
memoria corporea
procesi preverbali
processo creativo
psicologia del profondo
psicoterapia corporea
rinforzo cognitivo
rispecchiamento
terapie integrate

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi