Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le proposte di Altiero Spinelli e l'Europa politica

il lavoro traccia il profilo dell'opera di altiero spinelli a favore dell'unità politica europea, dal manifesto di ventotene all'epopea del club del coccodrillo che portò alla redazione del progetto di trattato che istituisce l'unione europea, approvato a larghissima maggioranza dal parlamento europeo il 14 febbraio 1984, che ha dato l'incipit alle successive riforme comunitarie -Atto Unico Europeo, Maastricht, Amsterdam, Nizza- che ci hanno condotto all'attuale unione europea, tuttora oggetto di riforma con il trattato di Lisbona ancora in itinere.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Prendendo spunto dal primo atto ufficiale compiuto da Giorgio Napolitano in qualità di Presidente della Repubblica che, in occasione del ventennale della morte di Altiero Spinelli, sentì la necessità di rendere omaggio alla sua tomba nell’isola di Ventotene, ho voluto riattualizzare l’opera di un grande pioniere dell’Europa Unita, focalizzando la mia attenzione sul c.d.”Trattato Spinelli”, approvato dal Parlamento Europeo nella seduta del 14.02.1984, per evidenziarne gli assiomi già concretamente realizzati nell’attuale processo di integrazione europea, e quelli ancora da percorrere. Nel primo capitolo ho voluto esporre il sostrato ideologico immanente al descritto Trattato, particolarmente i testi fondamentali ispiratori, con un breve accenno alla nascita ed alla concreta opera del Movimento Federalista Europeo, sottolineando l’influenza da esso avuta nella fase iniziale del processo di unificazione europea (temporalmente fino al fallimento della Comunità Europea di Difesa –CED-). Il secondo capitolo è centrato sulla narrazione cronologica delle fasi di ideazione e mancata ricezione da parte della Comunità Europea del ”Trattato Spinelli” e dell’approvazione, in sua vece, del molto meno ambizioso Atto Unico Europeo. Il terzo capitolo si focalizza nel verificare quali idee di Spinelli siano state realmente assimilate nei successivi Trattati di Maastricht, Amsterdam, e Nizza, soffermandosi principalmente sulle fasi di

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Pietro D'amico Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2707 click dal 01/04/2008.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.