Skip to content

Inside the Mechanisms of Romanian Modernization: The Transformation of Public Sphere between Media and Political System

Informazioni tesi

  Autore: Florin Grancea
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: -
  Università: Tokyo University, Interfaculty Initiative in Information Studies
  Facoltà: Teoria democratiei
  Corso: Sociologie - Teoria sferei publice
  Relatore: Hanada Tatsuro
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 240

This book analyzes, in the relation with the Romanian modernity, the transformations of the Romanian public sphere, political system and journalism from the beginning of the 19th Century up to 2005. The argumentation starts from the idea that the Romanian Enlightenment never had the chance to reach its purpose, the creation of the individual as a human category. As a consequence of this historical fact, the Romanian modernity was not explored in all its dimensions and was not congruent with its western model of development. Only after late 90's, signs for a surpassing historical backwardness were seen in Romania, and only after the integration into EU become sure. From this perspective this book looks onto the change in the modernization engine of Romania, in late 90's. This change is happening as a transgression from a three steps modernization model, in which the role of the elite is central, to a two steps modernization model, in which the role of the elite is minimal. Because the three steps modernization model fits the idea of an acclamatory public sphere, while the two steps modernization engine fits the concept of civil public sphere, this book proves that the Romanian democracy is evolving from its totalitarian background to become a participative democracy. The only question unanswered yet, is if the elite and the mass media are willing to let Romania and its citizens to breakup the ties with the totalitarian past.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
26 4.2. The developments of the political system It is now the moment to discuss the character of the political system throughout Romanian modern history. We can break the history of the political system up to 1944 in 6 periods: (1) Phanariot era (My note: started in 1711 for Wallachia and 1714 for Moldavia and ended in 1821), (2) Organic Statutes period (1829-1859) in which the first European influenced reforms were introduced, (3) the creation of modern state period (1859-1877), in Wallachia and Moldavia, united in 1859, and democratic reforms influenced by the ideals of 1848 Revolution began; the prince Alexandru Ioan Cuza, in fact the first “president” elected of Romania accomplished an agrarian reform in 1864; in 1866 is forced to step out and in his turn is brought a foreign prince, Carol, from the German family of Hohenzollern; under Carol reign Romania becomes independent in 1877; (4) the period of constitutional monarchy (1877-1919), characterized by corruption and fake democracy; the king used to alternate two parties on power and elections were staged; (5) the period of experimenting with democracy by introducing the universal suffrage (1919-1930); and finally (6) the dictatorship period (1930-1947), king Carol II dissolves Parliament; his dictatorship is replaced with General Antonescu’ dictatorship in the wake of the war, and with a Russian controlled government after the war, when constitutional monarchy as systems returns briefly in 1944 with the king Mihai I. But soon he is obliged to leave its duties, and the country is ruled “de facto” by the communist party and Russian commissars until 1948. Looking over the entire modern period, from the very creation of the state, until 1989, we will only see tendencies for a greater centralization. As Gallagher presents, this tendency is linked with the modern crisis of lack of legitimacy for both pre-war and post war, and even post-revolution governments. We argue here that the Romanian political system is more a result of 100 years of Phanariot rule than a successful implant of western institutions. Despite the fact that Romania owes its existence to France’s Napoleon III, who wanted to consolidate the French influence at the Black Sea, the modern state known under this name since 1866 could not import from the west, besides the institutions of government, the political culture necessary in the work of these institutions. “There is no doubt that the legacy of vertical dependence and exploitation inherited from foreign rule, particularly in the provinces of Wallachia and Moldavia, cast a long shadow over the independent Romanian state” (Gallagher, 2005:1) advances Gallagher on this topic. He blames on these low political standards the exploitative relations between the ruling elites and the large masses of people, presenting Romania

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunism
democratie
emil constantinescu
habermas
ion iliescu
marx
marxism
mass-media
modernitate
sfera publica
totalitarism

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi