Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Soft Law & Diritto Privato Europeo

L’idea nasce da un interesse personale verso un nuovo fenomeno normativo fattosi presente ultimamente nel mondo del diritto quale alternativa al classico modo di fare legge.

Il soft law.

Il lavoro qui esposto, in questa ipotesi, vuole rappresentare una sorta di ricognizione di quelle che possono essere considerate le nuove “formalità” o, in altre parole, le incipienti maniere di fare legge sorte nel vecchio continente per cadenzare lavori, progetti, iniziative normative di non sempre necessaria continuità.

Questo per dire che, non sempre dalle idee scaturiscono necessariamente piani di lavoro dal sicuro risultato e dal non approssimato termine, e che, non sempre, ogni volta che un nuovo iter viene intrapreso, è necessario agire o reagire nelle consuete maniere compensative del diritto.

Al riguardo, il progetto e il legittimo diritto di nascita di un nuovo diritto privato di respiro “europeo” capace di venire alla luce così come di morire senza gli inconvenienti derivanti da una chiusa mentalità operativa insistente sui suoi momenti formativi.

Da qui, il titolo della tesi, ovvero l’idea di, in larga summa, far convergere in un unico lavoro questi due fenomeni cercando, da un lato, di arredare una cognizione di base chiara ed immediata del soft law, del suo ruolo e del suo contributo in un cammino intrapreso come quello della unificazione del diritto privato, dall’altro, di fornire una visione di insieme dello stesso dando importanza a quei tratti più salienti e sensibili ad innovativi innesti di disciplina.

Tutto ciò in un luce di una riflessione più generale sul Diritto così come inteso da sempre nei suoi canoni “hard” per capire, se questo sia mutato completamente, se quella implicita nozione di “subordinazione” alla base dell’hard law sia non solo cambiata ma del tutto superata, se effettivamente certe modalità di produzione delle regole giuridiche siano solamente caratteristica di un determinato periodo storico e se le norme giuridiche siano solamente collegate ad un dato modello produttivo specifico.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE. L’idea nasce da un interesse personale verso un nuovo fenomeno normativo fattosi presente ultimamente nel mondo del diritto quale alternativa al classico modo di fare legge. Il soft law. Il lavoro qui esposto, in questa ipotesi, vuole rappresentare una sorta di ricognizione di quelle che possono essere considerate le nuove “formalità” o, in altre parole, le incipienti maniere di fare legge sorte nel vecchio continente per cadenzare lavori, progetti, iniziative normative di non sempre necessaria continuità. Questo per dire che, non sempre dalle idee scaturiscono necessariamente piani di lavoro dal sicuro risultato e dal non approssimato termine, e che, non sempre, ogni volta che un nuovo iter viene intrapreso, è necessario agire o reagire nelle consuete maniere compensative del diritto. Al riguardo, il progetto e il legittimo diritto di nascita di un nuovo diritto privato di respiro “europeo” capace di venire alla luce così come di morire senza gli inconvenienti derivanti da una chiusa mentalità operativa insistente sui suoi momenti formativi. Da qui, il titolo della tesi, ovvero l’idea di, in larga summa, far convergere in un unico lavoro questi due fenomeni cercando, da un lato, di arredare una cognizione di base chiara ed immediata del soft law, del suo ruolo e del suo contributo in un cammino intrapreso come quello della

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Dario Cardillo Contatta »

Composta da 183 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4495 click dal 27/03/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.