Skip to content

Tecniche della lavorazione dell'avorio in Cina

Informazioni tesi

  Autore: David Romanini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1995-96
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Civiltà Orientali
  Relatore: Giancarlo Calza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

Il mondo delle arti minori cinesi ci offre un vasto scenario, per la maggior parte ancora inesplorato o indagato in modo generico. Soltanto alcune produzioni artistiche cinesi sono conosciute in occidente e molto spesso solo in relazione ai secoli più recenti della loro storia. Il presente lavoro prende in considerazione una di queste discipline 'minori', l'intaglio dell'avorio.
Il termine avorio qui impiegato vuole indicare la materia derivata dalle zanne di elefante, differenziandosi da altri materiali animali ugualmente definiti avorio, ma di qualità inferiore.
L'avorio di elefante è il più ricercato e più facilmente lavorabile. Nel corso dei secoli gli artigiani cinesi hanno sempre avuto a disposizione zanne di elefante da intagliare. Nel primo capitolo sono analizzate le modalità della disponibilità di avorio in Cina secondo criteri storico-geografici, sottolineando la presenza del materiale nelle varie dinastie.
Le qualità dell'avorio risiedono nella sua struttura la quale, in sede di lavorazione, pone comunque dei limiti all'opera dell'artigiano: un abile intagliatore è chi riesce a sfruttarne appieno - esaltandole - tutte le caratteristiche, ottenendo risultati assolutamente non raggiungibili con altri materiali. L'analisi della composizione del materiale, affrontata nel secondo capitolo, unitamente a una panoramica dei maggiori metodi di datazione a esso applicati, hanno condotto a un'indagine dei processi di lavorazione impiegati dagli artigiani cinesi. Questa indagine, proposta nel terzo capitolo, è volta da un lato a chiarire le varie modalità di approccio al materiale, dall'altro a cercare di rivelare il 'segreto' oppure
i 'segreti' degli intagli in avorio cinesi, caratterizzati da bellezza e abilità spesso inaspettate.
L'indagine delle varie fasi della lavorazione è preceduta da alcune considerazioni sulla figura dell'intagliatore cinese.
Nel quarto capitolo viene presa in esame la produzione di avori cinesi nelle diverse dinastie sulla base dello stato attuale dei ritrovamenti. La quasi totalità degli avori considerati è conservata in collezioni e musei occidentali. Gli avori sono analizzati principalmente in base al loro utilizzo e sotto il profilo tecnico-realizzativo, evidenziando i mutamenti di stile tra le produzioni delle diverse epoche.
Nel capitolo quinto sono introdotte alcune problematiche concernenti due produzioni particolari di avori cinesi in relazione a una realtà europea che dal XVI secolo si faceva sempre più concreta lungo le coste dell'impero cinese. In particolare, alcuni avori citati conducono direttamente in un ambito poco indagato e per molti versi affascinante, ovvero i legami tra arte cristiana e arte cinese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il mondo delle arti minori cinesi ci offre un vasto scenario, per la maggior parte ancora inesplorato o indagato in modo generico. Soltanto alcune produzioni artistiche cinesi sono conosciute in occidente e molto spesso solo in relazione ai secoli più recenti della loro storia. Materiali come la giada o le ceramiche sono storicamente tenuti in alta considerazione in Cina e dagli stessi occidentali, i quali ne divennero molto presto degli attenti collezionisti. La lavorazione di questi materiali fu così oggetto di interesse degli studiosi europei e statunitensi. Il panorama delle arti cinesi è tuttavia molto articolato e poco conosciuto in molti suoi aspetti. Discipline come la lavorazione del vetro –arte antichissima in Cina–, l’intaglio delle pietre dure 1 oppure l’oreficeria –arte dalle solide tradizioni ma nota agli europei solo nelle forme dei beni da esportazione per i mercati portoghesi, olandesi e inglesi– sono quasi del tutto sconosciute in occidente. In altri casi, come per esempio la lavorazione del bambù o i tessuti, le conoscenze sono più ampie, ma presentano ancora margini di approfondimento. Il presente lavoro prende in considerazione una di queste discipline ‘minori’, l’intaglio dell’avorio. La lavorazione dell’avorio in Cina ha origini molto antiche. Esempi di avorio inciso o lavorato in rilievo sono già riscontrabili alcuni millenni prima della nostra era, anche se spesso si trovano in uno stato avanzato di disgregazione a motivo della lunga permanenza nel sottosuolo. L’avorio di questa fase arcaica è difficilmente distinguibile dall’osso, anch’esso similmente inciso. 1 Agata, turchese, corniola, malachite, lapislazzuli, cristallo, talco e rubino sono le principali pietre dure al di fuori della giada, la quale per tradizione occupa un posto a sé nelle arti cinesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte asiatica
arte cinese
avorio
intagli in avorio
lavorazione dell'avorio
ming
storia dell'arte

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi