Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Joint venture come modalità d'ingresso sui mercati internazionali: il caso FIAT-TATA

Il presente lavoro si occupa in maniera preminente di strategie di Marketing ed internazionalizzazione.
Lo studio è focalizzato sul settore automotive, questa scelta è stata frutto sia della necessità di restringere il campo d'indagine sulle Joint Venture, sia perché oggi come in passato, tale settore è il luogo principale in cui vedono la luce e si sviluppano le tecniche di marketing e gestionali più avanzate, e che spesso trovano applicazione nei settori più disparati.
Il lavoro analizza in modo specifico la Joint Venture, e come essa possa essere utilizzata per entrare in un nuovo mercato. L’analisi è stata rivolta all’individuazione delle peculiarità di tale strumento, delle risorse manageriali e non, che necessariamente un’impresa deve possedere per poterlo governare, le circostanze in cui sia da preferire rispetto agli altri ACI (accordi di cooperazione interaziendale) e quando da evitare.
Inoltre sarà proposto un percorso strategico tipo che un'impresa automobilistica può utilizzare per entrare in un nuovo mercato.
Infine, come caso di studio si è preso in esame l’accordo intercorso tra la FIAT e la multinazionale indiana TATA. In quest’ambito si sono analizzati gli aspetti strategici ed operativi dell'accordo, e si è cercato attraverso l’elaborazione degli scenari futuri più probabili, di valutare l’impatto che la Joint Venture avrà sull’assetto e la gestione delle due multinazionali.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE L’espansione nei mercati esteri oggi risulta essere una priorità per tutte le imprese che intendono restare competitive. Tale necessità si manifesta in modo più o meno marcato a seconda dell’impresa e del settore che viene preso in considerazione. La necessità avvertita dalle imprese, in questo periodo storico, di allargare il proprio orizzonte competitivo, è frutto dei cambiamenti che si sono verificati a livello globale, come: l’apertura dei mercati asiatici e dell’est Europa, l’accelerazione dell’innovazione tecnologica, l’aumento del costo delle materie prime, l’incremento della competitività e la razionalizzazione dei processi produttivi e commerciali che si è verificata nei settori chiave delle economie nazionali. Questi sono solo alcuni, degli eventi che hanno imposto alle imprese di allargare il proprio mercato di riferimento, allo scopo sia di ottenere nuovi mercati di sbocco per i propri prodotti sia assicurarsi l’accesso alle risorse necessarie per restare al passo con la concorrenza. In questi anni sono mutati anche i modi di competere tra le imprese, lo sviluppo tecnologico ha creato sia nuove strade per raggiungere i clienti, sia nuove strade per essere raggiunti dai concorrenti. È stato necessario quindi imparare a dominare questi strumenti che hanno obbligato le imprese a confrontarsi su nuovi terreni competitivi. Ad esempio, la proporzione secondo cui un consumatore insoddisfatto lo comunica ad almeno altri cinque, nell’era di internet e fin troppo ottimistica. Oggi un forum di consumatori che discute di un particolare prodotto, può comunicare le esperienze e le impressioni che i diversi utenti hanno avuto, a centinaia di altri soggetti nello stesso istante. Per cercare di restare competitive all’interno di un quadro caratterizzato da tali elementi, le imprese decidono sempre più spesso di rivolgere la loro attenzione verso nuovi mercati, sia per quel che riguarda il reperimento di risorse necessarie alla sopravvivenza dell’impresa, sia per offrire i propri prodotti a nuovi clienti.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Costanzo Cianciosi Contatta »

Composta da 381 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8435 click dal 13/05/2008.

 

Consultata integralmente 34 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.