Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il settore vitivinicolo in Italia: analisi statistica

La tesi ha lo scopo di mettere in evidenza le caratteristiche strutturali del settore vitivinicolo italiano ed individuarne le tendenze attuali e future.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE “Il business del vino rappresenta un caso straordinario di globalizzazione ancora studiato da numerosi esperti nel mondo, e che interessa tutti i settori dell’economia, dal primario, al secondario e terziario 1 ”. Basti, per esempio, analizzare come si divide il costo globale medio di una bottiglia di vino tra i diversi settori: coltivatori di vite, aziende vinicole, trasportatori, grossisti e rivenditori. Un indicatore di questo sempre maggiore grado di globalizzazione del settore è fornito dalla quota di produzione globale esportata che aumenta in maniera significativa. Il settore vitivinicolo rientra nell’ambito dei settori agro-alimentari nel quale coesistono i seguenti settori: seminativi e colture industriali, lattiero-caseario, oleicolo, ortofrutticolo, zootecnico, fitopatologia, florovivaismo, miele, pane, pasta e sfarinati. È uno dei principali pilastri del sistema agroalimentare nazionale e detiene un primato di eccellenza produttiva e di qualità sia a livello nazionale che a livello mondiale. Negli ultimi anni il comparto è profondamente cambiato. Da una produzione di 65 milioni di ettolitri degli anni settanta si è passati agli attuali 50 milioni, e nel contempo è aumentata l’attenzione per la qualità, chiaro segnale di una domanda sempre più selettiva da parte dei consumatori, che ha guidato il passaggio dal vino come “alimento” al vino come fonte di “gusto e piacere”. In termini economici, nonostante il ridimensionamento dei volumi, il settore sviluppa un giro di affari di 10 miliardi di euro, di cui 3 miliardi destinati all’export 2 . 1 Anderson Kym, Norman David and Wittwe Glyn. 2001. Globalization and the World’s Wine Markets: Overview. Adelaide University Press. 2 Osservatori e rapporti: Rapporto sul settore vitivinicolo 2007, in collaborazione con Nomisma, Unioncamere, Roma, 2007.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Maria Lovino Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6425 click dal 23/04/2008.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.