Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Creatività e Comunicazione Pubblica - Spunti dall'esperienza di ''Fabrica''

Si delineano i tracciati di uno sviluppo in senso creativo della Comunicazione Pubblica. La materia in questione, che abbiamo visto essere “l’insieme di informazioni e notizie che le istituzioni pubbliche o i soggetti privati forniscono ai cittadini, alle imprese, alle associazioni no profit ed alle altre istituzioni per favorire conoscenze utili, esaudire bisogni e diritti, promuovere la partecipazione ed il controllo democratico dei governanti sui governati135”, possiede grandi potenzialità e una varietà di campi di applicazione notevole, tanto da potersi definire dire globale. Lo stato attuale delle cose ha portato al kaos informativo che è stato determinato dai fattori storici che hanno influenzato la formazione della società contemporanea; è proprio la Comunicazione Pubblica che attraverso il modo di gestire le proprie campagne può svolgere il ruolo di filtro informativo al fine di promuovere una cittadinanza attiva e rivolta al cambiamento sociale e mentale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Tesi di Antonio Grande. Creatività e Comunicazione Pubblica, Spunti dall’esperienza di “Fabrica” PREMESSA l ruolo della Comunicazione Pubblica 1 nella società odierna va inteso raffrontato all’evoluzione storica di tal materia, la cui coscienza si è sviluppata parallelamente al processo di avvicinamento dei poteri statali al cittadino. In questo lavoro si fa riferimento ad alcuni ruoli della Comunicazione Pubblica, quelli che sono nati e continuano a valere per la società contemporanea e si prefigurano utilità e possibili metodi di comunicazione che potranno manifestarsi e rendersi utili in futuro. Ogni campagna di comunicazione, ai giorni d’oggi, deve essere competitiva per informare al meglio e/o riscuotere il consenso del ricevente, per far questo, la Comunicazione Pubblica, nel tempo, si è avvicinata tantissimo alla comunicazione aziendale, che, gioco forza per i propri interessi, ha sviluppato una massima capacità comunicativo/persuasiva. Questo accostamento porta la materia a prendere le tecniche avanzate sviluppate in campo comunicativo - pubblicitario per usarle in campo socio-istituzionale; sta acquisendo uguali mezzi rispetto a quella aziendale, anche se il fine del miglioramento del benessere comune di quella pubblica, e dell’incremento dei profitti per l’aziendale, restano scopi profondamente differenti. Da quando si è presentata l’esigenza di agire sul ricevente, quando cioè questo ha iniziato ad avere voce in capitolo, sono nate delle figure, chiamate oggi creativi, apposite per ideare campagne di influenza efficaci e adatte ai vari campi d’attinenza sociali che come vedremo, diventano, per naturale evoluzione umana, sempre di più. A mio parere per poter comunicare e recepire nozioni sulla Comunicazione Pubblica contemporanea, I 1 La Comunicazione Pubblica è “l’insieme di informazioni e notizie che le istituzioni pubbliche o i soggetti privati forniscono ai cittadini, alle imprese, alle associazioni no profit ed alle altre istituzioni per favorire conoscenze utili, esaudire bisogni e diritti, promuovere la partecipazione ed il controllo democratico dei governanti sui governati”, definizione di, M. CALIGIURI, Comunicazione Pubblica, formazione e democrazia-Percorsi per l’educazione del cittadino nella società dell’informazione, Rubbettino , Soveria Mannelli 2003, p. 32. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Antonio Grande Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2292 click dal 08/05/2008.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.