Skip to content

Il Bund e la critica al Sionismo

Informazioni tesi

  Autore: Felicita Ratti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Marcella Emiliani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 43

Il fulcro di questa ricerca storico-politica verte sull'analisi della peculiare questione nazionale costituita dalla questione ebraica da un punto di vista diverso sa quello sionista, cioè quello del Bund, un gruppo del movimento operaio che dovette decidere se mettere in primo piano le istanze nazionaliste o se inserirsi in maniera organica nel panorama socialista.

**********
Dopo le tesi e gli articoli pubblicati su Tesionline, che mi hanno fruttato il primo contratto di pubblicazione, vi presento le mie prime opere uscite, in attesa delle ulteriori attualmente in stampa:

Collaborazione (ricerche ed interviste ai discendenti dei lavoratori, integrazione, rielaborazione scientifica) al capitolo sui lavoratori stranieri all'Obersalzberg “Fremd"- oder "Zwangsarbeit"? Ausländereinsatz unter Tage nella terza edizione del libro di Florian Beierl Hitlers Berg. Licht ins Dunkel der Geschichte, Berchtesgaden, Plenk, 2010;

Co-curatrice e co-autrice assieme a Fabio Montella, Francesco Paolella, Michele Bellelli, Fiorenza Tarozzi, Mirtide Gavelli, di una nuova pubblicazione su temi inediti Una regione ospedale. Medicina e sanità in Emilia-Romagna durante la Prima guerra mondiale, Bologna, CLUEB, 2010.

In particolare, oltre alla partecipazione alla generale revisione ed impostazione dell'opera, ho redatto l'introduzione ed un'interessantissima nonché inedita storia sociale comparata dell'influenza spagnola in provincia di Modena e nel Land Salisburgo. Ho anche avuto l'onore di presentare la ricerca alla conferenza annuale dell'Associazione austriaca di storia sociale della medicina nel giugno 2010.

Felicita Ratti, luglio 2010

**********

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE La questione ebraica trova senza dubbio nel secolo diciannovesimo un momento cruciale. E’ in questo secolo, infatti, che emergono le idee del nazionalismo e del socialismo. Fra di esse si instaura una complessa dialettica, nella quale si inserisce senza ombra di dubbio la questione ebraica: appare conseguente il fatto che proprio nel diciannovesimo secolo si arrivi all’elaborazione di quella teoria che da essa trae origine e che cerca di trovare una soluzione, attingendo sia ad istanze di liberazione nazionale – qualora non nazionaliste- sia ad istanze socialiste, cioè il sionismo. Nazionalismo, socialismo, sionismo: immensi contenitori che racchiudono un’infinità di significati; correnti di pensiero che, a seconda del paese e dell’ambiente sociale prendono un’infinità di declinazioni diverse, tanti percorsi che talvolta si intersecano, talvolta si scontrano. Il Bund, o meglio l’”Unione generale dei lavoratori di Lituania, Polonia e Russia” è un caso in cui effettivamente le istanze dei movimenti di liberazione nazionale e di quelli rivoluzionari per l’emancipazione sociale si incontrano. Questa “associazione inclusiva”, come la definiscono i fondatori, intende raccogliere tutti i lavoratori ebrei della Russia zarista, inizialmente senza delineare un programma definito ed ideologico, e quindi senza requisiti altamente selettivi per l’adesione. Tuttavia la rilevanza di temi quale la questione ebraica e le rivendicazioni dei movimenti socialisti danno ben presto luogo ad una complessa dialettica, sia al suo interno, sia al suo esterno, che originano una nuova definizione del suo programma, maggiormente attenta ai problemi dei lavoratori ebrei (segregazione, oppressione, persecuzione), ma senza perdere mai di vista l’ottica socialista, essenziale per i fondatori. Proprio per questo il Bund, a differenza di altre organizzazioni che sostenevano una combinazione di sionismo e socialismo, non si mette mai al servizio del sionismo. Al contrario, pur ricevendo critiche da Lenin e Trotskij, esso partecipa alla Rivoluzione del 1905 e, di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi