Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sullo ''Slovo'' di Igor': un'ipotesi di autenticità

Lo "Slovo o polku Igoreve" è una delle opere più discusse di tutta la letteratura slava. Oltre alle problematiche che riguardano la traduzione del titolo, le questioni fondamentali che hanno da sempre portato gli studiosi alle discussioni sono la datazione e l'autenticità del testo. Lo scopo del mio lavoro è di analizzare tali problemi, attraverso una descrizione precisa delle teorie di Mazon, Zaliznjak e Sulejmenov, osservando in particolare il lessico e la grammatica, dati fondamentali per stabilire l'epoca a cui risale il testo originale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. INTRODUZIONE 1.1 Traduzione del titolo Lo Слово о плъку Игоревѣ (Slovo o pl’’ku Igorevě) è certamente fra le opere più discusse di tutta la letteratura slava. Le problematiche sorgono già a partire dal titolo. La sua traduzione nelle varie lingue risulta, infatti, difficoltosa: il termine пълкъ (p’’lk’’, <плъкъ) può indicare la campagna militare, la battaglia, l’esercito, la schiera, il reggimento; inoltre, anche il termine слово (slovo) presenta dei problemi a causa dei suoi diversi significati, vale a dire “parola”, “discorso”, “espressione”, “orazione”, “conversazione”, “discussione”. Per cui in italiano sono state elaborate traduzioni come Il canto dell’impresa di Igor’ (Bazzarelli, Rizzoli, Milano, 1991), Il canto della schiera di Igor’ (Meriggi, Accademia, Milano, 1974), Il detto della campagna di Igor’ (Pacini Savoj, Napoli, 1946), o anche Il cantare delle gesta di Igor’ (Poggioli, Einaudi, Torino, 1954) e, più semplicemente, Il cantare di Igor’ (Saronne, Pratiche, Parma, 1988). In lingua inglese la traduzione più diffusa è The song of Igor’s campaign (Nabokov, Vintage, New York, 1960) , accanto a The tale of the campaign of Igor’ (Howes, W. W, Norton & Co., New York, 1973), On Igor’s campaign (Haney e Dahl, 1992), The lay of Igor’s raid e The tale of the host of Igor’. Le traduzioni tedesche più diffuse sono invece Das Lied von Heerfahrt Igor’s, Das Igor-Lied, Die Mär von der Heerfahrt Igors (Luther, Orchis, München, 1923), Das Lied von der Heerfahrt Igors (Miller, München, 1989). Una delle soluzioni che oggi si ritengono più accreditate è la traduzione dello studioso francese André Mazon, Le Slovo d’Igor’ (Parigi, 1938), dove si mantiene il termine paleoslavo слово per evitare di perdere il suo preciso significato e inoltre non viene menzionata la parola плъкъ. 2

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Erica Scala Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 964 click dal 23/04/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.