Skip to content

Piano di pubbliche relazioni per il brand Bertolli in Europa

Informazioni tesi

  Autore: Giorgio Isabella
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Roberto Maldacea
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 103

La mia tesi è il frutto di un’esperienza di sette mesi di stage in Unilever, multinazionale del largo consumo, presso il “Bertolli Global Brand Development Centre” (d’ora in avanti sinteticamente BDC), centro d’innovazione e sviluppo per il brand Bertolli a livello mondiale.
Il progetto specifico, ovvero la realizzazione di un piano di pubbliche relazioni per Bertolli in Europa, è stato fortemente voluto dal marketing manager di BDC per attirare l’attenzione su una categoria di prodotto, le “pasta sauces”, che assumerà un ruolo strategico di primo piano negli anni a venire, affiancando l’olio d’oliva come core business.
La presente trattazione intende illustrare, dunque, la fase analitica, quella strategica, concettuale e pre-operativa che conducono alla definizione del piano di pubbliche relazioni di cui sopra.
L’esposizione muoverà dalla longeva tradizione del marchio Bertolli, dall’omonimo fondatore, attraverso i suoi “passaggi di mano” fino all’approdo in Unilever, che ne ha fatto un brand internazionale salvaguardando e sviluppando quel patrimonio di valori e percezioni emozionali associati alla marca, rendendola un’icona dell’Italia alimentare nel mondo. A tal proposito saranno chiariti gli elementi costitutivi (razionali ed emozionali) questa “italianità”, che fornisce un plus al prodotto commercializzato, in termini di qualità percepita, di esperienza d’uso e di valore commerciale, facendone un elemento discriminante nel processo d’acquisto. L’italianità di Bertolli fornirà lo spunto per presentare l’affascinante “Teoria dell’Immagine del Paese d’Origine”, che mette in luce il vantaggio, in termini di marketing, del legame tra prodotto/marca e origine geografica, dando origine ad un valore aggiunto percepito dai consumatori stranieri.
Nel secondo capitolo l’attenzione verrà focalizzata sulle pubbliche relazioni come strumento della comunicazione di marketing internazionale per ottenere consenso e supportare l’assetto valoriale del brand. A complemento della suddetta disamina, verranno presentati gli aspetti pratici della disciplina, che si avvale di una serie di strumenti e servizi. Proprio uno di questi servizi, la sponsorizzazione, sarà oggetto di analisi. Si tenterà di fornirne una visione più ampia possibile, con l’intento di delinearne l’aspetto formale e giuridico, di evidenziarne i pregi e sottolineare i vantaggi che produce se accuratamente inserita all’interno di un programma di pubbliche relazioni.
Il terzo capitolo illustrerà in dettaglio il piano di pubbliche relazioni elaborato. Si partirà da una dettagliata analisi del mercato di riferimento, prendendo in considerazione dapprima la categoria “pasta sauces”, poi il mercato alimentare straniero di marca e, infine, il segmento diretto in cui Bertolli compete, quello dei prodotti “autenticamente italiani”. Verrà quindi proposto un messaggio distintivo e coerente con la brand equity, la dieta mediterranea, accolto e validato tramite un’intervista telefonica ed un incontro con i brand manager dei paesi europei considerati più importanti in termini di quote di mercato e, quindi, prescelti per il programma di PR (Belgio, Germania, Gran Bretagna, Olanda).
Seguirà l’illustrazione della strategia, con la creazione del legame tra Bertolli e il messaggio individuato, proponendo un’evidenza tangibile che garantisce lo stabilirsi saldo del nesso concettuale: il “Museo Vivente della Dieta Mediterranea – Ancel Keys”. Verranno palesate le caratteristiche meno evidenti dell’operazione di sponsorizzazione del suddetto museo, che cela una storia di grande fascino e potenziale comunicativo. Saranno quindi illustrati i motivi e i numerosi vantaggi che conducono alla proposta di sponsorizzazione, mettendo in risalto le opportunità che la giusta combinazione di tutti gli elementi presenti nel progetto offrono per catturare l’attenzione del pubblico nordeuropeo e fare di Bertolli l’ambasciatore della dieta mediterranea nel mondo.
In ultimo, verranno descritti i rapporti di collaborazione con l’Unilever Health and Food Research Institute, il supporto che lo stesso provvederà nel coordinamento delle attività indirizzate al target scientifico e nella fase di creazione dei contatti internazionali con i leader d’opinione in ambito nutrizionale.
Dopo la fase strategica, si passerà all’organizzazione di quella operativa, con la descrizione del brief presentato alle tre agenzie di pubbliche relazioni in gara. Seguirà quindi la rilettura creativa e la presentazione delle proposte, i criteri di selezione dell’agenzia, l’organizzazione e la suddivisione dei compiti, i controlli con l’ufficio legale internazionale.
Infine verrà presentata la pianificazione temporale delle attività, dalla fase di start-up fino alla consegna delle idee presentate alle locali divisioni di marketing, con conseguente budget allocato per l’anno in corso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma Facoltà di Scienze della Comunicazione Piano di pubbliche relazioni per il brand Bertolli in Europa Tesi di Giorgio Isabella Relatore: Prof. Roberto Maldacea a.a. 2004-05

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bertolli
brand management
dieta mediterranea
giorgio isabella
iri
made in italy
marketing
marketing alimentare
marketing del made in italy
marketing internazionale
multinazionali alimentari
museo aziendale
museo d'impresa
museo dieta mediterranea
olio d'oliva
pr
pubbliche relazioni
sme
sponsorizzazione
sponsorizzazione museo
unilever

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi