Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Proposta di un Corso di Auscultazione Cardiaca in eLearning

RIASSUNTO

L’auscultazione cardiaca, che per circa 170 anni, a partire dall’invenzione dello stetoscopio, ha costituito una componente fondamentale dell’osservazione medica-cardiologica, negli ultimi 20 anni ha perso rilevanza a favore di tecnologie ritenute più obiettive, anche all’interno dei corsi di laurea in medicina e delle scuole di specializzazione mediche. Conseguentemente, osservazioni eseguite in vari Paesi del mondo hanno dimostrato che i medici sono in grado di riconoscere correttamente solo una parte esigua di toni e rumori cardiaci patologici.
Alcuni anni fa, è stata eseguita una revisione delle capacità di auscultazione cardiaca in medici di vari livelli, a partire da neolaureati, specializzandi in medicina interna e in cardiologia e medici di famiglia. Nessuna di queste figure mediche era in grado di identificare più del 40% dei suoni cardiaci anormali presentati; solo gli specialisti cardiologi erano in grado di riconoscere correttamente 80% o più di tali suoni.

Contemporaneamente, sia studi di psicoacustica che studi osservazionali su medici e studenti, hanno dimostrato che sono necessarie almeno 500 (e fino a 2000) ripetizioni di un medesimo evento acustico per consentirne una memorizzazione corretta.
Data la scarsità di pazienti attualmente disponibili nelle nostre Università per poter permettere un simile carico di input auscultatori (rapido turnover dei pazienti; scarsità di ore dedicate all’assistenza clinica rispetto a quelle dedicate all’apprendimento di tecnologie; scarsità di tempo – e numero – dei docenti esperti in auscultazione), si ritiene generalmente che la formazione tradizionale sia insufficiente e che si debba ricorrere a mezzi ausiliari. Pertanto negli ultimi anni sono state studiate soluzioni alternative: da registrazioni sonore su dischi e audiocassette, a materiali di formazione-aggiornamento su CD-ROM, all’uso di simulatori, ad alcune forme di web-based training. Queste alternative potrebbero sia favorire una più adeguata esposizione del discente ai materiali didattici, sia permetterne l’utilizzo “on-demand”.

Il presente lavoro analizza le più rilevanti risorse web disponibili, verificando se e quali possano essere ritenute adeguate all’e-Learning, seguendo un modello di apprendimento “centrato sullo studente”.
Nessuna delle risorse disponibili attualmente su Internet, con la parziale eccezione del sito dell’American College of Cardiology “Heart Songs” e del sito della Blaufuss Medical Multimedia Laboratories, risponde completamente alle caratteristiche ritenute essenziali per poter essere considerato un sito di e-Learning.
Viene pertanto proposta la organizzazione di un corso di insegnamento-aggiornamento sull’auscultazione cardiaca in e-Learning, di cui vengono presentati l’obiettivo generale, i gruppi target a cui il corso dovrebbe rivolgersi e le principali caratteristiche che lo dovrebbero contraddistinguere. Vengono pure presentate le linee delle principali attività che dovrebbero essere intraprese per la sua organizzazione, come pure alcuni indicatori di valutazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 RIASSUNTO L’auscultazione cardiaca, che per circa 170 anni, a partire dall’invenzione dello stetoscopio, ha costituito una componente fondamentale dell’osservazione medica-cardiologica, negli ultimi 20 anni ha perso rilevanza a favore di tecnologie ritenute più obiettive, anche all’interno dei corsi di laurea in medicina e delle scuole di specializzazione mediche. Conseguentemente, osservazioni eseguite in vari Paesi del mondo hanno dimostrato che i medici sono in grado di riconoscere correttamente solo una parte esigua di toni e rumori cardiaci patologici. Alcuni anni fa, è stata eseguita una revisione delle capacità di auscultazione cardiaca in medici di vari livelli, a partire da neolaureati, specializzandi in medicina interna e in cardiologia e medici di famiglia. Nessuna di queste figure mediche era in grado di identificare più del 40% dei suoni cardiaci anormali presentati; solo gli specialisti cardiologi erano in grado di riconoscere correttamente 80% o più di tali suoni. Contemporaneamente, sia studi di psicoacustica che studi osservazionali su medici e studenti, hanno dimostrato che sono necessarie almeno 500 (e fino a 2000) ripetizioni di un medesimo evento acustico per consentirne una memorizzazione corretta. Data la scarsità di pazienti attualmente disponibili nelle nostre Università per poter permettere un simile carico di input auscultatori (rapido turnover dei pazienti; scarsità di ore dedicate all’assistenza clinica rispetto a quelle dedicate all’apprendimento di tecnologie; scarsità di tempo – e numero – dei docenti esperti in auscultazione), si ritiene generalmente che la formazione tradizionale sia insufficiente e che si debba ricorrere a mezzi ausiliari. Pertanto negli ultimi anni sono state studiate soluzioni alternative: da registrazioni sonore su dischi e audiocassette, a materiali di formazione-aggiornamento su CD-ROM, all’uso di simulatori, ad alcune forme di web- based training. Queste alternative potrebbero sia favorire una più adeguata esposizione del discente ai materiali didattici, sia permetterne l’utilizzo “on-demand”. Il presente lavoro analizza le più rilevanti risorse web disponibili, verificando se e quali possano essere ritenute adeguate all’e-Learning, seguendo un modello di apprendimento “centrato sullo studente”. Nessuna delle risorse disponibili attualmente su Internet, con la parziale eccezione del sito dell’American College of Cardiology “Heart Songs” e del sito della Blaufuss Medical Multimedia Laboratories, risponde completamente alle caratteristiche ritenute essenziali per poter essere considerato un sito di e-Learning. Viene pertanto proposta la organizzazione di un corso di insegnamento-aggiornamento sull’auscultazione cardiaca in e-Learning, di cui vengono presentati l’obiettivo generale, i gruppi target a cui il corso dovrebbe rivolgersi e le principali caratteristiche che lo dovrebbero contraddistinguere. Vengono pure presentate le linee delle principali attività che dovrebbero essere intraprese per la sua organizzazione, come pure alcuni indicatori di valutazione.

Tesi di Master

Autore: Leonida Compostella Contatta »

Composta da 56 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 672 click dal 26/08/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.