Skip to content

Spettroscopia di impedenza, analisi chimiche e di crescita per la valutazione dell'assorbimento di nichel in Paulownia tomentosa Steud.

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Teri
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e Tecnologie Agrarie
  Relatore: Stefano Mancuso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

L'inquinamento del suolo è venuto configurandosi negli ultimi decenni come un problema ambientale di grande importanza, sebbene l'opinione pubblica e la comunità scientifica non gli abbiano dedicato un'attenzione paragonabile a quella rivolta all'inquinamento dell'aria e dell'acqua. Le tecniche di disinquinamento dei suoli contaminati ad oggi prevalentemente usate sono rappresentate da metodologie meccaniche o chimico-fisiche dagli alti costi e dall'elevato impatto ambientale. Un'alternativa economica e rispettosa dell'ambiente può essere costituita dalle tecnologie che fanno uso di organismi viventi (biorimediazione), tra cui le piante (fitorimediazione). La presente tesi ha l'obiettivo di esplorare le possibilità di utilizzo nell'ambito della fitorimediazione della specie arborea Paulownia tomentosa Steud., caratterizzata da tolleranza ai metalli pesanti, adattabilità ambientale ed alti tassi di produzione di biomassa; come agente inquinante è stato utilizzato il nichel (Ni), elemento appartenente alla categoria dei metalli pesanti, ritenuti tra i contaminanti del terreno più pericolosi. Le piante, coltivate in soluzioni idroponiche con differenti concentrazioni di Ni, sono state sottoposte ad analisi di crescita, per valutare l'eventuale inibizione causata dal metallo, ad analisi chimiche, per rilevare la presenza dello stesso nei vari organi vegetali, e ad analisi spettroscopiche di impedenza, per evidenziare l'eventuale danneggiamento dei tessuti. Queste analisi hanno messo in luce un'ottima resistenza della Paulownia a concentrazioni anche alte di Ni ed una buona capacità di assorbire l'elemento e traslocarlo all'interno della pianta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1.1 LA FITORIMEDIAZIONE DI SUOLI CONTAMINATI 1.1.1 Il problema dell’inquinamento dei suoli L’inquinamento ambientale è largamente riconosciuto come uno dei fondamentali «effetti collaterali» dell’industrializzazione: nelle società in cui questa ha distribuito benessere materiale alla massa della popolazione, la necessità di una sua revisione critica, nel senso di un maggiore rispetto dell’ambiente, è ormai diventata una delle priorità; tuttavia anche i Paesi in via di sviluppo non sono esenti da gravi problematiche ambientali, in un contesto in cui un problema globale quale l’inquinamento richiede risposte ed interventi a livello, appunto, globale. Dalla contaminazione ad opera di sostanze rilasciate dalle attività umane non si sono salvati né l’aria, né le acque, né i suoli. Di fronte alle evidenze immediate offerte dall’inquinamento di aria ed acqua, la contaminazione del suolo è stata spesso trascurata: i suoi effetti non sono chiaramente percepibili a breve termine e, d’altra parte, la capacità del suolo di degradare svariate sostanze ha portato a sottovalutare la possibilità della persistenza di inquinanti. Ma la facoltà del terreno di «digerire» ciò che vi viene immesso non è illimitata (e richiede tempi anche estremamente lunghi), e la mancanza di conseguenze immediate può occultare un inquinamento persistente di lunga durata, reso rischioso anche dal fatto che il suolo ha un ruolo basilare nelle reti trofiche e può quindi trasmettere sostanze tossiche a vari organismi; senza contare il fatto che il superamento dei limiti di ritenzione o una calamità naturale potrebbero provocare un rilascio improvviso di inquinanti. Gli agenti di contaminazione del suolo possono essere sostanzialmente suddivisi in due gruppi: organici ed inorganici. Gli inquinanti organici, per varietà di caratteri chimici, fonti di provenienza, comportamento nella pedosfera, sfuggono ad una caratterizzazione complessiva. Loro proprietà è quella di potere essere degradati chimicamente o biologicamente, oltre che ampiamente trattenuti sia dalla sostanza organica sia dalla frazione minerale. Ma i ritmi ed i livelli di degradazione sono vincolati da molti fattori, principalmente: temperatura (entro certi limiti, aumenta la velocità di reazione), umidità (se non si arriva vicini a condizioni asfittiche, aumenta la degradazione), tipo di suolo, tipo di molecola inquinante. Riguardo a quest’ultimo aspetto, si può sottolineare come

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biorimediazione
fitobonifica
fitorimediazione
impedenza
inquinamento
metalli pesanti
nichel
paulownia
suolo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi