Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuove tecnologie al servizio dell'e learning, dal html a second life

Analisi delle nuove tecnologie internet open source e non per svolgere corsi on line modalità e learning, dal html a second life.

Mostra/Nascondi contenuto.
Cms e Lms Open Source, al servizio dell' e-learning. Capitolo 1 – Introduzione. Ai giorni nostri, Internet si pone come l’evoluzione naturale delle prime reti di telecomunicazione. Dall’inglese intern(ational) e net (rete), essa è considerata la più grande rete telematica mondiale, riuscendo ad interconnettere centinaia di milioni di elaboratori. I primi progetti videro la luce verso la fine degli anni Cinquanta, ma è solo verso la fine degli anni Sessanta che si diede avvio alle prime pratiche da parte del Ministero della Difesa statunitense. Successivamente, negli anni Ottanta iniziano a diffondersi per tutto il globo le tecnologie che saranno alla base di Internet, mentre negli anni Novanta, con il lancio del World Wibe Web, la popolarità della rete è divenuta massiva. Oggi, grazie all’ausilio di Internet, si può avere accesso ad un’informazione da qualsiasi parte del globo. La prima rete di computer: Arpanet. ARPANET è la prima rete di computer finanziata dall’ ARPA (Advanced Research Projects Agency), un’agenzia del dipartimento della difesa statunitense. ARPA nasce nel 1958 per effettuare ricerche per il governo americano, e in primis per far fronte al superamento tecnologico dell' Unione Sovietica che nel 1957 aveva mandato il primo satellite Sputnik nello spazio. Quando alla NASA le subentrò nella gestione dei programmi spaziali, l'ARPA assunse il controllo di tutte le ricerche scientifiche a lungo termine in campo militare. ARPA già intorno al 1965 inizia ad avere grossi problemi. Infatti i computer di cui disponeva erano molto costosi, e disparsi in varie sedi. Inoltre, il problema maggiore stava nel fatto che ogni elaboratore possedeva un linguaggio precipuo; dunque lo scambio di file senza riadattare i programmi delle diverse macchine risultava impossibile. Fu studiato il modo per risolvere il problema, e nacque la commutazione di pacchetto 1 (packet switching), sviluppata da Paul Baran alla RAND corporation e da 1 La commutazione di pacchetto è una tecnica di accesso multiplo a ripartizione nel tempo, utilizzata per condividere un canale di comunicazione tra più stazioni in modo non deterministico, utilizzata 5

Laurea liv.I

Facoltà: Tecnologo della comunicazione audiovisiva e multimediale

Autore: Antonio Paciulli Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1327 click dal 13/05/2008.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.