Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli usi bancari nel testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia

Lo studio ha come oggetto gli usi di banca, rilevante fonte di diritto bancario, con il particolare obiettivo di porne in evidenza l'attuale declino alla luce della disciplina dettata dal Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (d. lgs. 1 settembre 1993, n. 385).

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione. Il presente studio ha come oggetto gli usi di banca, che hanno sempre avuto una notevole rilevanza tra le fonti del diritto bancario. In particolare, l’obiettivo di questo lavoro è quello di porre in evidenza l’attuale declino degli usi in ambito bancario, soprattutto alla luce della disciplina dettata dal d. lgs. 1 settembre 1993, n. 385, T.U. delle leggi in materia bancaria e creditizia, che ne limita l’utilizzo. La norma, infatti, mira a sacrificare la funzione integrativa degli usi a favore di una spiccata trasparenza, nel presupposto che questa assicuri ai clienti una maggiore consapevolezza del rapporto contrattuale, senza lasciare spazio all’incertezza ed all’ambiguità. Viene premessa una disamina dei più importanti aspetti dell’uso inteso come fonte di diritto (art. 1 disp. prel. cod. civ.) e delle conseguenze derivanti dalla distinzione tra usi normativi e usi negoziali. Segue la più specifica analisi degli usi di banca e delle loro peculiarità, che precede una rapida rassegna dei principali rinvii agli usi bancari operati dal codice civile, correlata dalle relative disposizioni presenti nelle raccolte provinciali degli usi predisposte dalle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Alberico Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3003 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.