Skip to content

La politica nell’era di Internet. Il caso del Partito radicale e l’esperimento delle elezioni on-line.

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Fagiolo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Paolo Mancini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 148

La Tesi è incentrata sull’iniziativa del Partito radicale, che ha realizzato negli ultimi mesi del 2000 quello che è stato il primo esperimento a livello europeo di elezioni tenutesi integralmente on-line. In rete si sono svolte anche le varie fasi propedeutiche al momento della votazione vera e propria (presentazione delle candidature, sottoscrizione delle liste, svolgimento della campagna elettorale, ecc.).

Le elezioni on-line servivano a eleggere un quarto dei circa cento membri del rinnovato Comitato di coordinamento radicale (l’organo di direzione politica dei radicali italiani) e si è trattato di elezioni aperte, nel senso che chiunque poteva parteciparvi e a qualsiasi titolo (in veste di candidato, di promotore di una lista, di semplice elettore, ecc.). Le varie fasi dell’iniziativa del voto on-line sono descritte e analizzate nei minimi dettagli, facendo ampio uso di grafici, tabelle e figure che descrivono puntualmente partecipanti, modalità di voto, risultati, ecc.

L’iniziativa del Pr è stata contestualizzata e analizzata alla luce di alcune teorie, elaborate della comunità scientifica internazionale, sull’impatto della computer mediated communication in ambito politico. Il dibattito sulle ripercussioni che l’affermarsi della rete come strumento di comunicazione di massa potrebbe avere sui processi democratici interni alle democrazie odierne è, infatti, di estrema attualità tra gli studiosi appartenenti a diversi ambiti disciplinari (politologi, massmediologi, giuristi), stimolato soprattutto dalle particolari logiche di funzionamento che caratterizzano le nuove tecnologie elettroniche di comunicazione, logiche che suggeriscono istintivamente un accostamento tra Internet e l’idea di democrazia.

L’esperimento delle elezioni on-line e gli scenari aperti dall’avvento di Internet sulle forme organizzative dei partiti e dei movimenti politici e sulle dinamiche interne alle moderne democrazie occidentali sono stati inoltre contestualizzati e analizzati con particolare riferimento alla storia del soggetto politico radicale che, per storia e caratteristiche, è un utente ‘naturale’ del web e che potrebbe sfruttare le opportunità offerte dalla diffusione di Internet per ridefinire e rendere più efficace la propria azione politica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1.1 La democrazia nel cyberspace. Le parole pronunciate da Al Gore I all’inizio degli anni novanta, già davano il senso del dibattito che si sarebbe aperto a proposito delle ripercussioni che l’affermarsi della rete come strumento di comunicazione di massa avrebbe avuto sui processi democratici interni alle democrazie odierne. Le previsioni sulla crescita del cyberspazio 1 si sono senza dubbio dimostrate esatte, tanto che oggi le infrastrutture per la comunicazione elettronica sembrano potersi configurare, con una metafora molto efficace, come una sorta di sistema nervoso interno alle diverse società, essendo ormai Internet una struttura composta da oltre ventimila sottoreti, che connettono più di centocinquanta paesi con un bacino d’utenza di circa 250 milioni di persone II . La sperimentazione e il dibattito restano invece aperti a proposito dell’altro aspetto toccato da Gore, quello di un salto di qualità, reso possibile dall’utilizzo delle nuove tecnologie di comunicazione, delle forme di democrazia oggi esistenti. È innegabile che le stesse modalità di funzionamento della rete, con la sua struttura non gerarchica e con la quasi impossibilità di controllare e di filtrare l’accesso ad essa ed a tutte le informazioni che vi circolano, sono tutti elementi che suggeriscono di per sé un accostamento tra Internet e l’idea di democrazia. La rete è infatti progettata per far circolare informazione a tutti i costi, e qualora un sistema telematico o un intero tratto di rete vengano resi per qualsiasi motivo inagibili, l’informazione continuerà comunque a circolare seguendo un percorso alternativo 2 . A proposito di questa caratteristica del web, John Gilmore III , uno dei padri della telematica, ha affermato che il software della rete considera gli interventi di censura alla stregua di guasti tecnici, e cerca subito un percorso alternativo per aggirarli. I Citato in De Rosa (2000). II Fonte: “Internet 2000, Manuale per l’uso della rete” (2000). III Citato in M.Calvo, F.Ciotti, G.Roncaglia, M.Zela (2000).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

e-vote
elezioni
elezioni on-line
internet
internet e politica
partiti politici
partito radicale
partito radicale e internet
politica
pr
radicali
voto elettronico
web

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi