Skip to content

Bridging the gap between e-shoppers and e-shopping web sites. A user centered analysis.

Informazioni tesi

  Autore: Laura Landi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Pubblicità e comunicazione d'impresa
  Relatore: Ernesto D'Avanzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 194

Il progetto di tesi nasce uno studio sperimentale condotto in partnership con l'università di Haifa in Israele, l'università di Padova e il ministero dell'economia italiano, che ha finanziato gli studi durati cira un anno e mezzo e presentati in diverse conferenze internazionali.

Il commercio elettronico conosce un sempre maggiore sviluppo: ad esempio, secondo the U.S. Census Bureau[1], le vendite on line per il 2007 sono stimate intorno ai 136.4 bilioni di dollari, con un incremento del 19 percento (±2.8%) rispetto al 2006.
La nostra analisi di questo settore in espansione è caratterizzata da un doppio intento: concentrarsi sia sull’offerta, rappresentata dai servizi implementati dai siti web di e-commerce;[4] [6] che sulla domanda, costituita dalle richieste degli utenti che acquistano in rete[5] [6].
Dal nostro studio è emerso un profondo divario tra offerta e domanda. Grazie ai dati raccolti, abbiamo così potuto evidenziare quegli aspetti che le imprese in Rete dovrebbero tenere in maggiore considerazione per venire incontro ai bisogni di clienti attuali e futuri[2] [3].
Ad esempio, tra i servizi più richiesti dagli utenti durante la fase di scelta del prodotto, figurano “shopping by categories” (con una media di 4.4 su una scala da 1 a 5) ”shopping by price” (media di 4.1 su una scala da 1 a 5) e “shopping by brand” (media di 3.75 su una scala da 1 a 5). Questi dati sono in contraddizione con quelli derivanti dall’analisi dei »300 e-commerce presenti nel campione: “shopping by categories” è sì proposto nel 93.67% dei casi, ma solo nel 34% si ha ”shopping by price” e addirittura nel 25% “shopping by brand”.
Ancora, gli utenti considerano “indicator of path” (4.11 di media su una scala da 1 a 5) e “recently viewed products” (3.56 di media su una scala da 1 a 5), strumenti importanti per la facile navigazione in un sito web ma, ad esempio, in appena il 18% dei casi ritroviamo tra i servizi “recently viewed products”.
Discorso simile per le preferenze circa le opzioni di pagamento, con l’eccezione dell’uso della carta di credito (valore medio per gli utenti di 4.49 su una scala da 1 a 5): anche l’86% degli e-shoppers la annovera tra le modalità di pagamento.
La ricerca futura si propone, grazie alle linee guida tracciate, di estendere lo studio a un campione più ampio di e-commerce web sites e di utenti, aiutando le imprese in rete ad aumentare le vendite on line, agendo con efficacia su ciascuno dei servizi proposti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa L'e-commerce in Europa sta conoscendo un notevole sviluppo e si ipotizza una crescita costante per tutto il 2008, nel Vecchio come nel Nuovo continente. Si ipotizza che, nel 2008, i negozi virtuali americani venderanno il 17% in più rispetto al 2007, passando da 174,5 miliardi di dollari di incassi a 204, pari a 129 miliardi di euro (fonte: Il Sole 24 ore, 9 aprile 2008). Stando agli ultimi dati elaborati da Forrester Research, la crescita riguarderà ogni tipologia di prodotto: abbigliamento e accessori, automobili, viaggi, computer, libri. A differenza degli Stati Uniti, lo sviluppo maggiore previsto in Europa è per il settore del turismo, che assorbe il 48,7% del fatturato complessivo, con vendite in aumento di circa 800 milioni di euro rispetto al 2006 (fonte: Il Sole 24 ore, 9 aprile 2008). Dopo il turismo, il settore in cui si concentrano gli acquisti sono l'elettronica di consumo (13,4% del totale) e le assicurazioni (12,6%) (fonte: Il Sole 24 ore, 9 aprile 2008). In Italia, tuttavia, si registrano una serie di fattori che frenano la crescita del settore, e che sono legati soprattutto alla logistica e alla connettività, o agli investimenti limitati da parte di imprese che hanno già una presenza fisica e che tendono usare internet solo come un accessorio al modello di business tradizionale. Ciononostante, secondo uno studio presentato da Expedia e Casaleggio&Associati, i 8

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aiuto alla decisione
commercio elettronico
customer
e-marketing
e-shops
information overload
marketing
online payments
personalized products
presa di decisione
siti web
sovraccarico cognitivo
utenti internet
web commerce
web marketing
web sites
world wide web
e-commerce

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi