Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strumenti di sostegno pubblico all’internazionalizzazione delle imprese italiane

Nell’ambito dei nostri recenti studi in ambito europeo ed internazionale, particolare rilievo assume quel famoso processo di internazionalizzazione di cui ormai si sente sempre più spesso discutere indistintamente,senza distinzione di estrazione culturale, razza o posizione professionale ricoperta. Ciò perché, all’indomani del più ampio processo di globalizzazione già avviato da diverso tempo, lo scenario in cui ognuno di noi si trova ad operare è mutato. Dallo studente al libero professionista, dal piccolo imprenditore al dipendente pubblico, ognuno di noi si trova costantemente a relazionarsi con una realtà che ormai esula dalla sola e semplice nazione di appartenenza.
In tal senso, questo mio elaborato, vuole essere solo una sintesi di tutte quelle istituzioni e misure esistenti nella nostra specifica realtà nazionale che incentivano di fatto l’internazionalizzazione, con particolare riferimento soprattutto alle PMI (Piccole Medie Imprese), vero fulcro della nostra attività produttiva. Come vedremo senza tralasciare le giovani risorse, vale a dire la formazione e la ricerca dei nostri studenti universitari.
Questo dato è al tempo stesso il punto di partenza per una riflessione più approfondita sul sistema delle imprese italiane in termini di competitività e tasso di partecipazione alle gare della pubblica amministrazione (la domanda pubblica mondiale), che rappresenta una parte rilevante del PIL mondiale.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Nell’ambito dei nostri recenti studi in ambito europeo ed internazionale, particolare rilievo assume quel famoso processo di internazionalizzazione di cui ormai si sente sempre più spesso discutere indistintamente,senza distinzione di estrazione culturale, razza o posizione professionale ricoperta. Ciò perché, all’indomani del più ampio processo di globalizzazione già avviato da diverso tempo, lo scenario in cui ognuno di noi si trova ad operare è mutato. Dallo studente al libero professionista, dal piccolo imprenditore al dipendente pubblico, ognuno di noi si trova costantemente a relazionarsi con una realtà che ormai esula dalla sola e semplice nazione di appartenenza. In tal senso, questo mio elaborato, vuole essere solo una sintesi di tutte quelle istituzioni e misure esistenti nella nostra specifica realtà nazionale che incentivano di fatto l’internazionalizzazione, con particolare riferimento soprattutto alle PMI (Piccole Medie Imprese), vero fulcro della nostra attività produttiva. Come vedremo senza tralasciare le giovani risorse, vale a dire la formazione e la ricerca dei nostri studenti universitari. Questo dato è al tempo stesso il punto di partenza per una riflessione più approfondita sul sistema delle imprese italiane in termini di competitività e tasso di partecipazione alle gare della pubblica amministrazione (la domanda pubblica mondiale), che rappresenta una parte rilevante del PIL mondiale.

Tesi di Master

Autore: Fabrizio Siciliani Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2216 click dal 07/07/2008.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.