Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Responsabilità civile in chirurgia estetica

Un’analisi della responsabilità professionale, non può prescindere da quelle che sono le regole affermate, ad opera della dottrina e della giurisprudenza, in tema di responsabilità civile, lungo i 50 e più anni che ci separano dalla redazione del codice civile, per le ovvie connessioni tra esse esistenti. Esula dalla trattazione il riferimento alla responsabilità penale, se non nei limiti di un accenno alle conseguenze penali dell’attività del medico chirurgo estetico.
Presupposto della responsabilità civile è l’esistenza di un danno risarcibile. Il danneggiato consegue, in tal modo, il diritto ad essere tenuto indenne da tutte le conseguenze negative dovute all’ingiusta lesione della sua sfera giuridica. La responsabilità si manifesta quindi, come conseguenza del corrispondente debito di chi quella lesione ha provocato.
Tradizionalmente la responsabilità civile viene distinta in contrattuale ed extracontrattuale: quella contrattuale nasce dalla violazione di un rapporto obbligatorio già esistente tra le parti, mentre la responsabilità extracontrattuale prescinde da questo rapporto ed ha la sua fonte in qualsiasi atto illecito che violi il generale dovere di alterum non ledere, cioè il dovere di non ledere l’altrui diritto o situazione giuridica. Da ciò consegue il carattere derivato, nel primo caso, e primario nel secondo, dell’obbligo risarcitorio del soggetto cui è imputabile la responsabilità.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. La responsabilità civile: i modelli di responsabilità contrattuale, extracontrattuale e precontrattuale; il concorso di responsabilità Un’analisi della responsabilità professionale, non può prescindere da quelle che sono le regole affermate, ad opera della dottrina e della giurisprudenza, in tema di responsabilità civile, lungo i 50 e più anni che ci separano dalla redazione del codice civile, per le ovvie connessioni tra esse esistenti. Esula dalla trattazione il riferimento alla responsabilità penale, se non nei limiti di un accenno alle conseguenze penali dell’attività del medico chirurgo estetico. Presupposto della responsabilità civile è l’esistenza di un danno risarcibile: “Essa ha lo scopo di trasferire il costo di un danno, dal soggetto che lo ha ingiustamente subito al soggetto che ne viene dichiarato responsabile” 1 . Il danneggiato consegue, in tal modo, il diritto ad essere tenuto indenne da tutte le conseguenze negative dovute all’ingiusta lesione della sua sfera giuridica. La responsabilità si manifesta quindi, come conseguenza del corrispondente debito di chi quella lesione ha provocato. Tradizionalmente la responsabilità civile viene distinta in contrattuale ed extracontrattuale: quella contrattuale nasce dalla violazione di un rapporto obbligatorio già esistente tra le parti,

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luigi Annunziata Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5614 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.