Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Omessa bonifica dei siti inquinati. Principio di legalità e profili di offensività nella tutela penale dell'ambiente.

Questa tesi tende a sviluppare le problematiche generali poste dalla più autorevole dottrina con riguardo al diritto penale ambientale attraverso l'analisi delle più recenti pronunce giurisprudenziali in tema di omessa bonifica dei siti inquinati.
Spero possa essere di spunto per l'ulteriore studio delle tematiche affrontate, sopratutto con riguardo ai profili di immediata offendibilità del bene "ambiente" e di personalità della responsabilità penale dei soggetti che inquinano.
Per informazioni più dettagliate ed eventuali consigli resto a disposizione attraverso il servizio di messaggeria di tesionline.
Buona lettura.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 PREMESSA Le leggi speciali ed eccezionali, da sempre note a teoria e pratica del diritto, si sono rivelate, sin dagli anni Settanta, per quello che sono. Non brevi parentesi, destinate a chiudersi con il ritorno al codice; non misure d’emergenza, legate alla gravità dei fatti; non sviluppi di principi e criteri generali; ma un divenire ossessivo, irrispettoso di qualsiasi coerenza e vincolo sistematico 1 . Il prodotto normativo del decreto legislativo n. 152 del 2006 (c. d. decreto Matteoli) ha messo in luce, ancora una volta, la difficile combinazione tra la tutela penale dell’ambiente e le esigenze di sviluppo della società. Come si può intuire, la soluzione di tale problema impone una scelta preliminare: la scelta del valore da tutelare. Due sono le istanze di fondo che confluiscono nel problema integrandosi a vicenda. Innanzitutto, vanno evidenziate quelle istanze favorevoli ad un processo di storicizzazione del diritto penale, inteso come processo di adeguamento dei principi fondamentali e delle categorie strutturali 1 IRTI, Il diritto nell’età della tecnica, Napoli, 2007, pag. 54.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Costantino Scudieri Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1577 click dal 20/06/2008.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.