Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La dispersione scolastica. Analisi delle disuguaglianze di opportunità educative nel contesto italiano e attraverso la comparazione europea

Il lettore potrà avere a disposizione sia un'interessante rassegna della letteratura, sia alcune chiavi interpretative fondamentali per avvicinarsi al fenomeno. L'impostazione sociologica delle argomentazioni consente di comprendere le radici di un problema che produce e riproduce continuamente disuguaglianze sociali consistenti, senza chiudersi in un determinismo causale fine a se stesso. L'apertura all'approccio psico-padagogico permette di cogliere la natura estremamente multiforme dell'insuccesso scolastico, che si esprime anche in diverse forme e manifestazioni di disagio. Il modello di regressione logistica utilizzato conferma in modo rigorosamente scientifico le principali evidenze empiriche rintracciate in Italia. Chiude l'opera un'analisi comparativa della struttura di alcuni sistemi scolastici europei, caratterizzati da diverse performance tra gli studenti. Il lavoro è un utile strumento per quanti si apprestano ad affrontare da diverse angolature un tema così complesso come quello relativo alla dispersione scolastica.

Mostra/Nascondi contenuto.
La dispersione scolastica Introduzione INTRODUZIONE La dispersione scolastica può essere considerata sia come un insuccesso degli studenti, i quali falliscono lungo un percorso formativo progettato per essere frui- to da tutti, sia come un insuccesso dell’istituzione, che non riesce a raggiungere pienamente ogni destinatario dell’offerta formativa. La dispersione, dunque, da un lato, è vista come disuguaglianza di opportunità dei singoli e, dall’altro, come improduttività del sistema scolastico che disperde le proprie risorse. Qualsiasi posizione si voglia assumere, è innegabile che, se si vuole contrastare un feno- meno sociale la cui negatività ormai accomuna ogni visione, è necessario rispon- dere alla domanda perché si manifesta. L’osservazione è, dunque, necessaria- mente finalizzata alla comprensione e, questa, alla spiegazione e all’individuazione degli strumenti più idonei a prevenire e risolvere un problema che coinvolge sia l’individuo, sia la società nel suo complesso. Il presente lavoro si divide in due parti. La prima si propone di delineare un’analisi del fenomeno a partire da una prospettiva teorica. Nel primo capitolo, si cercherà di rintracciare il contributo dei principali autori classici alla sociologia dell’educazione e alla lettura delle disuguaglianze di opportunità educative. Si di- stingueranno, in particolare, tre fasi storiche in cui, idealmente, si sono diffuse 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Anna Ress Contatta »

Composta da 239 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10861 click dal 27/06/2008.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.