Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo delle aspettative e l'efficacia delle politiche fiscali restrittive

Il lavoro è di carattere Macroeconomico. L'impostazione è in contrasto con la teoria tradizionale Keynesiana, avvalorando la teoria di Barro/Ricardo. Dopo un'analisi teorica, si approfondiscono i riscontri empirici in vari paesi Europei. L'ultimo paragrafo è dedicato al caso tedesco, per gli annunci delle restrizioni fiscali nella finanziaria 2000. Le conclusioni sono veramente interessanti. Il lavoro, molto apprezzato dalla commissione ha fruttato 9 punti di tesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE “Che le previsioni dell’economia keynesiana fossero largamente sbagliate, e che la teoria sulla quale si basava fosse fondamentalmente fallace, sono ora semplici dati di fatto. Il compito che spetta agli studiosi del ciclo economico è quello di esaminare il relitto, determinare quali caratteristiche di quell’importante evento intellettuale chiamato rivoluzione Keynesiana meritino di essere salvate e messe a frutto, e quali invece essere scartate”. È quanto affermano Sergent e Lucas (1978) , futuro premio Nobel per l’economia nel 1996, in un loro articolo. L’affermazione è sicuramente molto forte ma sintomatica del clima di cambiamento e d'innovazione che si registrava nel contesto economico di quel periodo. Pur riconoscendo il fondamentale contributo dato dalla visione Keynesiana al pensiero economico si avvertiva la necessità di introdurre nuove variabili per riuscire ad interpretare i nuovi segnali provenienti dal mondo economico. È in dubbio, ad esempio, che

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Di Salvia Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1274 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.