Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'esperienza di Plozza Wine Group nell'integrazione del sistema aziendale di autocontrollo con i requisiti della Norma UNI EN ISO 9001:2000

Il lavoro svolto, ha avuto come scopo quello di pensare, creare e sviluppare un sistema di gestione qualità integrato.
In particolare è stato pensato per fornire gli strumenti necessari per poter integrare i requisiti per la qualità della norma UNI EN ISO 9001:2000 e quelli igienici del Reg. CE 178/2002 e del Reg. CE 852/2004.
L’impostazione seguita ha permesso di coordinare le diverse realtà attraverso un sistema organizzativo basato su una visione unitaria ed una valutazione armonica delle diverse attività aziendali.
Le linee guida così proposte, hanno riunito, in riferimento alla legislazione attualmente in vigore, sia aspetti di carattere cogente come l’autocontrollo, sia aspetti adottati per iniziativa volontaria, come gli standard di qualità UNI EN ISO 9001:2000 allo scopo di dimostrare un impegno di chiarezza nei riguardi dei clienti, degli organismi di controllo igienico-sanitario e di conferire un valore aggiunto al prodotto finale valorizzando un comparto (quello vitivinicolo) sempre più competitivo ed esigente.
L’analisi dei processi aziendali ha permesso l’individuazione di procedure generali d’igiene, procedure gestionali del sistema e procedure specifiche d’igiene. Il lavoro si è focalizzato sullo sviluppo delle linee guida inerenti queste ultime ritenute critiche per l’azienda insieme ad una procedura di carattere gestionale del sistema, ovvero, quella relativa alle non conformità.
Risultato del lavoro è stata la realizzazione di un elaborato che rappresenta una solida base su cui impostare il cambiamento gestionale dell’azienda. Cambiamento che fonda le proprie radici sul controllo dei processi e sul miglioramento continuo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. SCOPO DEL LAVORO Lo scopo del lavoro presentato è stato quello di creare e sviluppare in un’azienda vitivinicola le linee guida di un sistema di gestione qualità integrato. In particolare si è lavorato per integrare i requisiti per la qualità della norma UNI EN ISO 9001:2000 e quelli igienici del Reg. CE 178/2002 e del Reg. CE 852/2004 (l’H.A.C.C.P.). L’impostazione seguita permette di coordinare le diverse realtà attraverso un sistema organizzativo basato su una visione unitaria ed una valutazione armonica delle diverse attività aziendali. Le linee guida così proposte, riuniscono, in riferimento alla legislazione attualmente in vigore, sia aspetti di carattere cogente come l’autocontrollo, sia aspetti volontari come gli standard di qualità UNI EN ISO 9001:2000, allo scopo di dimostrare un impegno di chiarezza nei riguardi dei clienti, degli organismi di controllo igienico-sanitario e di conferire un valore aggiunto al prodotto, quindi, una valorizzazione del comparto, quello vinicolo, sempre più competitivo ed esigente. 2. INTRODUZIONE 2.1. La Normazione La norma tecnica viene definita “ documento prodotto mediante consenso e approvato da un organismo riconosciuto, che fornisce per usi comuni e ripetuti, regole, linee guida o caratteristiche, relative a determinate attività o ai loro risultati, al fine ottenere il miglior ordine di un determinato contesto”. (UNI CEI EN 45020:1998).

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Luca Stefano Ciali Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 876 click dal 14/07/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.