Skip to content

Produzione di una libreria di RNA di 60 nucleotidi di lunghezza a sequenza casuale e sua esplorazione funzionale. Implicazioni per l’origine della Vita.

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Maria Anella
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Biologia
  Relatore: Pier Luigi Luisi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 99

In un contesto generale di ricerca nel campo dell' origine della Vita, il lavoro svolto per la mia tesi di laurea rientra in un progetto di ampio respiro indirizzato verso la caratterizzazione e l’individuazione di quei biopolimeri che la Natura non ha utilizzato per la realizzazione dell’ “edificio” Vita: i “Never Born Biopolimers” (NBB) (Luisi et al., 2006).
L’interesse per questa problematica nasce da considerazioni di carattere evoluzionistico secondo le quali l’evoluzione naturale non avrebbe esplorato tutto il possibile spazio delle sequenze dei biopolomeri (Monod, 1971; Gould, 1989; Luisi, 2003; Smith, 1970), così che potrebbe esserci un intero universo di questi, le cui proprietà attendono di essere svelate.
Nell’ambito di questo lavoro sono state poste le basi per lo studio delle proprietà funzionali di una libreria “random” di RNA al fine di determinare se le capacità funzionali siano proprietà comuni dell’acido ribonucleico o un raro risultato della selezione naturale.
Durante la prima fase del progetto, una libreria di DNA codificante per RNA a sequenza casuale della lunghezza di 60 nucleotidi è stata costruita e clonata in un opportuno vettore per la trascrizione. L’analisi della complessità della libreria ha dimostrato che questa codifica per 0,85x107 sequenze casuali diverse di RNA.
La fase successiva è stata dedicata all’allestimento di una strategia sperimentale per l’isolamento, a partire dalla popolazione di RNA codificata dalla libreria, di quelle sequenze che mostrassero possedere una determinata funzione. Questo è stato possibile sfruttando una tecnica molto utilizzata in esperimenti di evoluzione molecolare: l’in vitro evolution (Joyce, 2004). Questa metodologia, che si basa sui principi basilari della teoria evoluzionistica darwiniana, permette di esplorare le capacità funzionali di DNA, RNA e proteine in maniera rapida, sistematica e diretta.
Si è deciso di selezionare la popolazione di RNA alla ricerca di molecole di acido ribonucleico con la capacità di idrolizzare il legame peptidico. Per far questo, il pool di RNA è stato selezionato per la capacità di riconoscere un analogo dello stato di transizione (Transition State Analogue, TSA) di reazioni peptidasiche: questa molecola mima geometricamente la struttura del complesso altamente instabile che si forma come intermedio nelle reazioni catalizzate di idrolisi del legame peptidico. Secondo la teoria dello stato di transizione i catalizzatori enzimatici sono quelle molecole in grado di riconoscere questo intermedio, stabilizzarlo e guidarlo verso la formazione dei prodotti. Quindi nel nostro esperimento di in vitro evolution le sequenze che mostreranno di riconoscere le molecole di TSA saranno considerate dei candidati per possedere la funzione peptidasica.
I risultati preliminari ottenuti hanno mostrato la validità del metodo adottato, consentendo il successivo passaggio di selezione ed isolamento di molecole di RNA con possibile attività peptidasica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione “Che cos’era dunque la vita ? Fra calore, prodotto calorifico di un inconsistenza che diventa forma, febbre della materia di cui era accompagnato il processo di continua decomposizione e ricomposizione delle molecole di costituzione complicata e meravigliosa… Non era materia e non era spirito. Era qualcosa fra i due, un fenomeno, un portato della materia…” “La montagna incantata” Thomas Mann La Biologia è il settore scientifico che studia la Vita in tutte le sue forme e in tutti i suoi aspetti. Secondo questa definizione, presente in molti dizionari in commercio, l’oggetto primario dello studio della Biologia è la Vita, questo fenomeno così particolare che dopo il suo innesco, seguendo un percorso lungo circa 3,8 miliardi di anni, pieno di vicissitudini, sperimentazioni, successi e tragedie ha portato anche alla comparsa di questa specie così peculiare a cui apparteniamo, l’Homo sapiens. Considerando che la Vita è al centro di una disciplina scientifica, può risultare sorprendente come manchi una sua definizione accettata generalmente dalla comunità scientifica. Infatti, ogni definizione che si cerca di attribuire a questo incredibile fenomeno risulta incompleta o elusiva. Ma come notò un famoso biologo evoluzionista, Jay M. Savage, agli inizi degli anni ’60 del secolo scorso: 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

evoluzione
in vitro evolution
libreria random
origine della vita
rna world
teoria dello stato di transizione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi