Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema bonus-malus in Italia e la sua trasparenza

Scopo del lavoro è stato quello di studiare la trasparenza dei sistemi bonus malus. In particolare abbiamo analizzato il funzionamento del sistema “italiano standard” a 18 classi di merito, che è ancora il più usato nel nostro paese. Dopo aver messo in luce l’incapacità del sistema di mantenere i bonus e i malus inizialmente previsti dalle polizza (mancanza di trasparenza) ed aver dimostrato la scarsa capacità di quest’ultimo di distinguere buoni e cattivi assicurati, abbiamo proposto alcune concrete risposte, verificandone l’applicabilità. Nella formulazione degli esperimenti ci siamo serviti della simulazione stocastica.
La seguente esposizione prevede inizialmente una breve presentazione storica.
In seguito abbiamo descritto le caratteristiche fondamentali dell’assicurazione “Responsabilità Civile Auto” ed il suo impatto sul mercato assicurativo e sull’economia nazionale. Quindi abbiamo affrontato il problema della personalizzazione del premio, incentrando particolarmente l’attenzione sul modello principale di personalizzazione a posteriori: il bonus malus. Dunque dopo aver menzionato le regole che governano il modello in questione, abbiamo mostrato come la storia di ciascun assicurato sia modellizzabile con Catene di Markov regolari e omogenee, e come tale modellizzazione ci permetterà, più avanti, di studiare l’evoluzione di un portafoglio assicurativo. Quindi abbiamo spiegato cosa si intende per sistema bonus malus trasparente.
A questo punto abbiamo introdotto il concetto di simulazione stocastica. Infatti questo metodo è risultato determinante per l’esecuzione dell’esperimento finale. Qui ne abbiamo analizzato l’evoluzione storica ed abbiamo fornito alcuni esempi per mostrare la vastità di applicazione dello strumento. Infine abbiamo effettuato alcune applicazioni pratica sull’argomento centrale del nostro lavoro: il sistema bonus malus standard in Italia. In particolare siamo andati a studiarne la trasparenza. Infatti il crescente stato di instabilità mostrato, negli ultimi anni dal mercato R.C.A., ci ha spinto ad effettuare un esperimento virtuale, per stabilirne le cause e fornire delle valide soluzioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Premessa Lo scopo di questo lavoro è stato lo studio della trasparenza nei sistemi bonus malus, incentrando l’attenzione sul sistema standard a 18 classi, attualmente il più utilizzato nel nostro paese. Dopo aver messo in luce l’incapacità del sistema di mantenere i bonus ed i malus inizialmente previsti dalle polizza (mancanza di trasparenza) ed aver dimostrato la scarsa capacità di quest’ultimo di distinguere buoni e cattivi assicurati, abbiamo proposto alcune concrete risposte, verificandone l’applicabilità. Nella formulazione degli esperimenti ci siamo serviti della simulazione stocastica. La seguente esposizione prevede inizialmente una breve presentazione circa l’evoluzione storica del concetto assicurativo, nonché una panoramica su come si articola la disciplina assicurativa. Il primo capitolo fornisce le basi tecniche per lo studio delle assicurazioni appartenenti ai rami danni (il cui ramo “Principe” è appunto l’R.C.Auto). Quindi dopo aver appreso i processi fondamentali che caratterizzano questa branca della disciplina assicurativa, proponiamo nel secondo capitolo le caratteristiche fondamentali dell’assicurazione “Responsabilità Civile Auto” e del suo impatto sul mercato assicurativo e sull’economia nazionale. Nel terzo e quarto capitolo viene affrontato il problema della personalizzazione del premio. Mentre nel primo dei due andremo ad analizzare in che modo le compagnie di assicurazioni (nel caso specifico quelle che esercitano il ramo R.C.A.) personalizzano il premio secondo le caratteristiche a priori degli assicurati; nel secondo introdurremo il modello principale di personalizzazione a posteriori: il bonus malus. Dunque dopo aver menzionato le regole che governano il modello in

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Leo Terracina Contatta »

Composta da 116 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2767 click dal 28/08/2008.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.