Skip to content

Con tutte quelle bollicine - Gli ultimi cinquant'anni di pubblicità della bibita più bevuta al mondo

Informazioni tesi

  Autore: Anna Maria Satta
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Sassari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: piero dominici
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 117

Introduzione
Offrono prodotti, servizi e talvolta messaggi di sensibilizzazione sociale ma il loro scopo è comunque quello di attirare lo sguardo e appropriarsi dell'interesse dello spettatore. Possiamo quindi definire la pubblicità come l’arte di convincere il consumatore. Qualsiasi tema o merce si trasforma in una particolare argomentazione o prodotto. Il modo di esprimere tale argomentazione deve essere coerente, comprensibile e attraente per uno specifico gruppo di consumatori e idealmente per ogni individuo appartenente a quel gruppo.
A questo punto il pubblicitario deve essere a conoscenza delle caratteristiche e dei comportamenti dei propri consumatori per indirizzare al meglio il messaggio: la mattina vi saranno spot dedicati preferibilmente alle casalinghe, nel pomeriggio vi saranno spot dedicati a bambini e ragazzi nel loro momento di svago pomeridiano e la sera messaggi pubblicitari alla famiglia che si ritrova a tavola o sul divano del salotto. Già dalle sue prime apparizioni sulla scena sociale ed economica, la pubblicità, che in Italia si chiamava ancora réclame, cominciò ad attingere ai più svariati ambiti della lingua trasformando di volta in volta il materiale linguistico a sua disposizione secondo la finalità primaria della persuasione. Un messaggio pubblicitario può essere raffinato, divertente, ammiccante, originale, e si potrebbe aggiungere un lungo elenco di aggettivi tra i più diversi, ma ciò che ne determina il successo è la sua capacità di convincere, di farsi largo più o meno subdolamente nei pensieri - e, si badi bene, nella loro parte più inconscia - del possibile consumatore. Tutti noi ci imbattiamo quotidianamente in immagini e slogan pubblicitari che catturano la nostra attenzione, sentiamo jingle o tormentoni televisivi di cui difficilmente riusciamo a liberarci o per la strada ci fermiamo qualche attimo a riflettere incuriositi sul significato delle parole scritte a caratteri cubitali su un cartellone pubblicitario che, chissà per quale ragione, ci ha "sedotti" . Quando questo avviene, la parola pubblicitaria cessa di essere semplicemente parola e va a fondersi e confondersi con altri elementi visivi, iconici e sonori per dare vita al messaggio pubblicitario in cui ogni particolare è studiato con la massima attenzione non, come ormai molti sostengono, per informare o presentare un prodotto al pubblico, ma per creare un oggetto del desiderio attraverso un sapiente uso delle immagini, dei suoni e, soprattutto, delle parole tanto da riuscire a far coincidere nell'immaginario collettivo l'idea di felicità o di successo con un certo aperitivo, make-up o deodorante che dir si voglia. Le cose sono molto cambiate da quando il Carosello, le riviste o i manifesti la facevano da padroni, ed è per questo motivo che ho deciso di analizzare le campagne pubblicitarie più significative della Coca-Cola.
Il presente elaborato è diviso in due parti.
La prima più teorica, dove saranno analizzate, partendo da un breve percorso storico riguardante la nascita della pubblicità, le teorie e le tecniche del linguaggio pubblicitario.
La seconda parte è basata essenzialmente sull’analisi delle campagne pubblicitarie della Coca-Cola, dove ho tentato di individuare i valori fondanti, gli elementi di continuità e le ideologie promosse. Inoltre, alla luce degli idealtipi di pubblicità individuati nella prima parte dell’elaborato, seguirà una riflessione sull’ “effetto rispecchiamento” delle campagne analizzate.
Parte I
Le nuove tendenze pubblicitarie tra richiamo alla tradizione e ricerca dell’innovazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6    Introduzione Hanno trenta secondi per attirare l'attenzione del pubblico e possono farlo nei modi più differenti: un'immagine, una voce, un colore o una musica, sta di fatto che la pubblicità è sotto i nostri occhi continuamente. Offrono prodotti, servizi e talvolta messaggi di sensibilizzazione sociale ma il loro scopo è comunque quello di attirare lo sguardo e appropriarsi dell'interesse dello spettatore. Possiamo quindi definire la pubblicità come l’arte di convincere il consumatore. Qualsiasi tema o merce si trasforma in una particolare argomentazione o prodotto. Il modo di esprimere tale argomentazione deve essere coerente, comprensibile e attraente per uno specifico gruppo di consumatori e idealmente per ogni individuo appartenente a quel gruppo. A questo punto il pubblicitario deve essere a conoscenza delle caratteristiche e dei comportamenti dei propri consumatori 1 per indirizzare al meglio il messaggio: la mattina vi saranno spot dedicati preferibilmente alle casalinghe, nel pomeriggio vi                                                             1 M.Morelli, (2003), Teoria e tecniche della comunicazione d’impresa, ETS, Pisa, 2005; l’Autore sostiene che dagli anni ’60-’70 ad oggi sono avvenuti alcuni cambiamenti rilevanti nella società, che hanno finito, inevitabilmente, con il produrre nuove esigenze da parte dei consumatori e, soprattutto, una accresciuta coscienza dei propri diritti nei confronti delle imprese produttrici. Il livello culturale medio della popolazione è profondamente diverso da quello di alcuni decenni fa, in conseguenza della enorme diffusione dei mezzi di comunicazione di massa; lo sviluppo di associazioni per la tutela dei consumatori ha fatto maturare nei cittadini la conoscenza e il convincimento di poter disporre di specifici diritti nei confronti delle imprese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

3 teorie della publicità
approccio behaviorista
business commerciale
carosello
coca cola
coca cola company
coca cola oggi
dati statistici
don giovanni
formula segreta
i modelli di azione
jingles
la ripetizione pavlov
manipolazione
marchio
marketing
pavlov
perchè pubblicizzare
riflessologia
seduzione
slogans
storia aziendale
storia coca cola
use and gratifications

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi