Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie e sport: il marketing degli stadi

Strategie di marketing nella creazione di impianti sportivi e in particolare di stadi di calcio.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Lo sport Ł un fenomeno che nell ultimo secolo, anno dopo anno, ha pervaso prepotentemente la societ . Da fenomeno elitario Ł diventato un fenomeno di massa, coinvolgendo miliardi di persone nel mondo, che lo praticano, lo seguono, lo vivono. Cos come la societ che negli ultimi vent anni ha subit o una evoluzione sempre piø rapida, l universo dello sport ha visto un cambiamento radicale. Il mondo dello sport Ł passato da una natura esclusivamente ludica a una natura sempre piø connessa con il mondo aziendale e del business. Oggi in Italia lo sport rappresenta in Italia una delle cinque maggiori industrie, con un volume d’affari pari a circa il 2,7% del PIL (31,5 mld di euro, secondo lo studio Deloitte del 2003) e costituisce un settore in rapida crescita ed in continua evoluzione, nonchØ una delle forme di entertainment piø diffuse. In Europa il Calcio rappresenta la componente del mondo dello sport piø importante e piø diffusa. Un mondo quello del calcio che Ł diventato un occasione di business dai numeri impressionanti visto il seguito di fan che ha al seguito. I Mondiali del 2006 sono stati l evento piø seguito di sempre. Neanche le Olimpiadi possono reggere il confronto. Organizzare questo evento vuol dire fare un grande affare. Anche se non Ł possibile quantificare con esattezza si Ł ipotizzato che per Germania e Italia, organizzatore e trionfatore dell evento, il Mondiale ha avuto un impatto benefico sul Pil attorno al punto percentuale. D altronde i numeri della manifestazioni sono questi: 3,6 miliardi gli spettatori potenziali, addirittura 40 miliardi i contatti tv previsti nel corso dell’intera durata della manifestazione, e un giro d’affari da 2,3 miliardi di euro, 200 i Paesi collegati in mondovisione per assistere ai 64 incontri del mondiale, con 6.000 i giornalisti accreditati. Ma il modello che ha fatto prosperare il calcio italiano fino ad oggi Ł in crisi: nella gestione delle societ Ł mancata per troppo tempo la logica dell equilibrio economico, alle ingenti uscite non Ł corrisposta un adeguata politica di sfruttamento delle diverse fonti di ricavo che un club professionistico di calcio dovrebbe essere in grado di gestire. Oggi come oggi un club di calcio Ł un investimento a perdere in Italia, le squadre sopravvivono solo grazie ai continui aumenti di capitale effettuati dai presidenti per ripianare le perdite. Ma soprattutto dopo i recenti e continui scandali finanziari che hanno caratterizzato il mondo del calcio negli ultimi anni, Ł emersa l esigenza di rivedere radicalmente la gestione per poter competere contro i club del resto d Europa. I ricavi si sa determinano notevolmente il rendimento dei club. Ed Ł per questo che i club inglesi sono diventati benchmark sia dal punto di vista tecnico che economico.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Sandro Piccolroaz Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4162 click dal 03/09/2008.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.