Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La lotta al terrorismo internazionale: analisi comparata del ruolo delle Nazioni Unite e delle principali organizzazioni regionali

L’elaborato si propone di affrontare, attraverso un’analisi comparata, il tema della lotta al terrorismo internazionale da parte delle Nazioni Unite e di alcune organizzazioni regionali, anche alla luce dei preoccupanti scenari prefigurati dal terrorismo di matrice internazionale in seguito agli eventi dell’11 settembre 2001.
Nella prima parte, dopo aver tentato di definire il fenomeno, si analizzerà l’evoluzione che il terrorismo internazionale ha subito negli ultimi decenni, procedendo lungo due linee direttrici: da una parte, si prenderà in considerazione l’internazionalizzazione del fenomeno e le varie modalità operative con le quali si è manifestato a partire dagli anni Sessanta, dall’altra si esaminerà il mutato approccio della Comunità internazionale che, a partire dagli anni ’90, ha iniziato a considerarlo nell’accezione di terrorismo individuale piuttosto che fenomeno esclusivamente statale.
La seconda parte sarà dedicata al ruolo che le Nazioni Unite hanno assunto nella lotta contro il terrorismo internazionale. Prendendo le mosse dai primi accordi internazionali in materia, elaborati in seno alla Società delle Nazioni, si procederà ad analizzare l’approccio settoriale delle Nazioni Unite al fenomeno del terrorismo, vale a dire la conclusione di convenzioni su aspetti specifici della materia, che ha caratterizzato sin dall’inizio i lavori dell’Assemblea generale e degli istituti specializzati, prestando particolare attenzione ad alcune tra le più rilevanti convenzioni settoriali elaborate dall’Organizzazione. Accanto all’analisi dell’attività normativa dell’Assemblea generale, se ne esamineranno i lavori anche nell’ambito delle dichiarazioni di principi, per poi dar conto della nuova dottrina delle Nazioni Unite nella lotta al terrorismo. A questo punto, il lavoro si orienterà verso il ruolo assunto dal Consiglio di sicurezza e il suo mutato approccio al fenomeno terroristico dopo l’11 settembre. La seconda parte si concluderà, quindi, con un’attenta analisi del risultato al quale le Nazioni Unite sono approdate dopo decenni di lavori: il tentativo di elaborare una disciplina giuridica completa, attraverso un progetto di Convenzione globale contro il terrorismo.
Nella terza parte, infine, l’indagine comparata si concentrerà sul lavoro delle organizzazioni regionali. Per quel che riguarda il blocco europeo, si presterà maggiore attenzione al Consiglio d’Europa e alla NATO, per quello americano all’Organizzazione degli Stati Americani, per l’Africa all’Unione Africana (ex Organizzazione per l’Unità Africana) e, per i Paesi islamici, alla Lega Araba e all’Organizzazione della Conferenza Islamica.
Un discorso a parte sarà infine dedicato all’Unione europea, non solo in virtù dell’impegno dimostrato dall’Organizzazione nel combattere il terrorismo internazionale, ma anche alla luce dell’esperienza di stage svolta presso la Direzione generale “Giustizia Libertà e Sicurezza” della Commissione europea a Bruxelles che, grazie al reperimento di materiale altrimenti non disponibile, ha consentito un approfondimento e arricchimento del lavoro di tesi che, diversamente, non sarebbe stato possibile.
Come ulteriore contributo in questo senso, nell’appendice dell’elaborato saranno riportate tre interviste rilasciate dal Direttore generale, dal Capo Unità “Lotta contro il terrorismo” e dal Capo Unità “Relazioni esterne”, finalizzate a fornire un quadro più chiaro e completo del fenomeno e una migliore comprensione dell’attuale scenario internazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’elaborato si propone di affrontare, attraverso un’analisi comparata, il tema della lotta al terrorismo internazionale da parte delle Nazioni Unite e di alcune organizzazioni regionali, anche alla luce dei preoccupanti scenari prefigurati dal terrorismo di matrice internazionale in seguito agli eventi dell’11 settembre 2001. Nella prima parte, dopo aver tentato di definire il fenomeno, si analizzerà l’evoluzione che il terrorismo internazionale ha subito negli ultimi decenni, procedendo lungo due linee direttrici: da una parte, si prenderà in considerazione l’internazionalizzazione del fenomeno e le varie modalità operative con le quali si è manifestato a partire dagli anni Sessanta, dall’altra si esaminerà il mutato approccio della Comunità internazionale che, a partire dagli anni ’90, ha iniziato a considerarlo nell’accezione di terrorismo individuale piuttosto che fenomeno esclusivamente statale. La seconda parte sarà dedicata al ruolo che le Nazioni Unite hanno assunto nella lotta contro il terrorismo internazionale. Prendendo le mosse dai primi accordi internazionali in materia, elaborati in seno alla Società delle Nazioni, si procederà ad analizzare l’approccio settoriale delle Nazioni Unite al fenomeno del terrorismo, vale a dire la conclusione di convenzioni su aspetti specifici della materia, che ha caratterizzato sin dall’inizio i lavori dell’Assemblea generale e degli istituti specializzati, prestando particolare attenzione ad alcune tra le più rilevanti convenzioni settoriali elaborate dall’Organizzazione. Accanto all’analisi dell’attività normativa dell’Assemblea generale, se ne esamineranno i lavori anche nell’ambito delle dichiarazioni di principi, per poi dar conto della nuova dottrina delle Nazioni Unite nella lotta al terrorismo. A questo punto, il lavoro si orienterà verso il ruolo assunto dal Consiglio di sicurezza e il suo mutato approccio al fenomeno terroristico dopo l’11 settembre. La seconda parte si concluderà, quindi, con un’attenta analisi del risultato al quale le Nazioni Unite sono approdate dopo decenni di lavori: il tentativo di elaborare una disciplina giuridica completa, attraverso un progetto di Convenzione globale contro il terrorismo. 8

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Stefania Campana Contatta »

Composta da 245 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4977 click dal 28/08/2008.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.