Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impatto delle agenzie di rating sul mercato finanziario

Il mercato internazionale dei capitali è caratterizzato, a partire dalla fine del ventesimo secolo, da un elevato livello di integrazione finanziaria, con flussi di capitali dai paesi ricchi ai paesi emergenti di dimensioni mai raggiunte in precedenza, anche in termini relativi.
Questo sviluppo è affiancato da una grande espansione dell’attività di rating, svolta da un numero ristretto di agenzie operanti a livello internazionale. In molti casi, l’ottenimento del rating ha rappresentato, per molti paesi, la chiave per l’accesso al finanziamento sui mercati internazionali.
Lo scopo per cui le agenzie di rating nascono e si sviluppano è quello di costituire un soggetto terzo rispetto al mercato, capace di garantire un supporto agli investitori attraverso un giudizio sull’affidabilità creditizia dei prenditori ed eliminare, o almeno ridurre, le inefficienze derivanti dall’asimmetria informativa. La realtà dimostra che le agenzie, nello svolgere questo compito, esercitano inevitabilmente una forma di ingerenza nel mercato finanziario internazionale, la quale è incompatibile con la loro terzietà.

Lo scopo di questo lavoro è quello di porre in rilievo l’entità e le modalità con cui le agenzie di rating esercitano un impatto sul mercato finanziario internazionale, attraverso l’analisi e il confronto della letteratura relativa a questa materia. L’analisi è concentrata sul settore pubblico e si svolge quindi a partire dall’osservazione dei titoli di debito emessi da soggetti sovrani e dei rating relativi a questi strumenti finanziari.

Il lavoro è organizzato in questo modo: nel primo capitolo è presentato un quadro storico di riferimento relativo alle agenzie di rating ed, in particolare, ai rating sovrani. Nel secondo capitolo è analizzato in dettaglio il rating, lo strumento fondamentale con cui le agenzie si rapportano al mercato, con particolare attenzione verso gli aspetti che le agenzie valutano per effettuare le loro stime.

Il terzo capitolo presenta un quadro della recente evoluzione del mercato finanziario internazionale e si concentra nella definizione e nello studio delle determinanti degli interest spread. Rating e interest spread, infatti, costituiscono le variabili fondamentali attraverso le quali si svolge la reciproca relazione e influenza tra agenzie e mercato.

Il quarto capitolo, infine, presenta un’analisi dell’impatto delle agenzie di rating sul mercato finanziario internazionale ed esamina il contributo delle agenzie nelle recenti crisi

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Il Rapporto tra le Agenzie di Rating ed il Mercato Finanziario Introduzione Introduzione Il mercato internazionale dei capitali è caratterizzato, a partire dalla fine del ventesimo secolo, da un elevato livello di integrazione finanziaria, con flussi di capitali dai paesi ricchi ai paesi emergenti di dimensioni mai raggiunte in precedenza, anche in termini relativi. Questo sviluppo è affiancato da una grande espansione dell’attività di rating, svolta da un numero ristretto di agenzie operanti a livello internazionale. In molti casi, l’ottenimento del rating ha rappresentato, per molti paesi, la chiave per l’accesso al finanziamento sui mercati internazionali. Lo scopo per cui le agenzie di rating nascono e si sviluppano è quello di costituire un soggetto terzo rispetto al mercato, capace di garantire un supporto agli investitori attraverso un giudizio sull’affidabilità creditizia dei prenditori ed eliminare, o almeno ridurre, le inefficienze derivanti dall’asimmetria informativa. La realtà dimostra che le agenzie, nello svolgere questo compito, esercitano inevitabilmente una forma di ingerenza nel mercato finanziario internazionale, la quale è incompatibile con la loro terzietà. Lo scopo di questo lavoro è quello di porre in rilievo l’entità e le modalità con cui le agenzie di rating esercitano un impatto sul mercato finanziario internazionale, attraverso l’analisi e il confronto della letteratura relativa a questa materia. L’analisi è concentrata sul settore pubblico e si svolge quindi a partire dall’osservazione dei titoli di debito emessi da soggetti sovrani e dei rating relativi a questi strumenti finanziari. Il lavoro è organizzato in questo modo: nel primo capitolo è presentato un quadro storico di riferimento relativo alle agenzie di rating ed, in particolare, ai rating sovrani. Nel secondo capitolo è analizzato in dettaglio il rating, lo strumento fondamentale con cui le agenzie si rapportano al mercato, con particolare attenzione verso gli aspetti che le agenzie valutano per effettuare le loro stime. Il terzo capitolo presenta un quadro della recente evoluzione del mercato finanziario internazionale e si concentra nella definizione e nello studio delle determinanti degli interest spread. Rating e interest spread, infatti, costituiscono le variabili fondamentali attraverso le quali si svolge la reciproca relazione e influenza tra agenzie e mercato. Il quarto capitolo, infine, presenta un’analisi dell’impatto delle agenzie di rating sul mercato finanziario internazionale ed esamina il contributo delle agenzie nelle recenti crisi finanziarie.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Dario Mannucci Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7700 click dal 18/09/2008.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.