Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Attività fisica e salute: binomio inscindibile. ''Camminare'' uno sport alla portata di tutti.

L'evidenza scientifica parla chiaro:svolgere una regolare attività fisica di moderata intensità è parte indispensabile di uno stile di vita sano,con notevoli benefici sulla salute generale della persona oltre a notevoli vantaggi economico-sociali.
Per gli "ipocinetici" è necessario cominciare con l'abbandono di abitudini sbagliate,per poi continuare con uno sport adatto a tutti,"il walking" nelle sue varianti funzionali:camminata lenta,veloce,con potenziamento,in salita,fitwalking,nordic-walking,fitwalking cross.Tutti possono camminare,ognuno in modo diverso a seconda delle possibilità e delle aspettative sugli effetti...basta l'attrezzatura giusta e l'alimentazione corretta per una vita attiva

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Lo sport ha molto da dare all’individuo e alla società, a condizione che si imponga una rinnovata cultura dell’attività sportiva e il modello perseguito sia quello dello “sport per tutti” che può rivelarsi un potente strumento di benessere e di sviluppo per l’intera società. INTRODUZIONE : I risultati di un’indagine condotta nel 2003 su 16.000 persone negli allora 15 paesi della UE (circa 1000 per paese) danno alcune indicazioni sul problema dell’attività fisica. Un preoccupante 57.4% degli intervistati non aveva compiuto esercizio fisico intenso negli ultimi 7 giorni e il 40.8% non aveva svolto attività fisica nemmeno moderata. La ricerca conferma l’inarrestabile tendenza della società all’automazione e all’immobilità e identifica i gruppi a rischio. L’attività fisica varia notevolmente da una fascia di età all’altra:l’80% degli anziani non riferisce di alcun esercizio fisico nella settimana precedente,mentre la proporzione scende al 43% nei giovani fra i 15 e i 25 anni. Più sorprendente è la differenza fra i sessi.La mancanza di attilità fisica nella settimana precedente riguarda un uomo su due e due donne su tre. Questi dati sono confermati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), che affermano che,in Europa una persona su cinque non svolge alcuna forma di attività fisica e almeno i 2/3 degli adulti

Tesi di Master

Autore: Annalisa Santachiara Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3277 click dal 16/10/2008.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.