Skip to content

Il tempo nel cinema orientale contemporaneo

Informazioni tesi

  Autore: Ylenia Meliti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Teoria della prassi comunicativa e cognitiva
  Relatore: Roberto De Gaetano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 123

Il presente elaborato nasce dal tentativo di tracciare un sentiero teorico, almeno in parte, finora inesplorato. Nel suo significato più ovvio, il sentiero indica un via da percorrere, senza intoppi, verso una meta prestabilita. Nella costruzione di un’argomentazione, partire da assunti imprescindibili, ci pone nella confortante situazione teorica di giungere a conclusioni ovviamente deducibili e sensate. Il percorso tracciato nelle pagine seguenti si svilupperà in maniera diversa. Nessuna verità assoluta, nessuna pretesa di fornire risposte ultime alle questioni sollevate, poichè il dato “a-prioristico” dell’indagine è sostanzialmente uno: il cinema e il tempo, protagonisti teorici del presente elaborato, si definiscono nel loro carattere aleatorio, nella loro capacità di manipolazione-costruzione del reale; pertanto non possono essere ingabbiati in rigidi schemi teorici. Piuttosto essi si prestano alla creazione di sentieri teorici “interrotti”, percorsi inediti in cui perdersi per poi ritrovarsi. Ecco il senso del sentiero “temporale” che costruiremo tra Oriente ed Occidente. Qui, percorrere una via, significherà lasciare spazio all’immaginazione, forzare talvolta la mano, creare rimandi e co-implicazioni suggestive e inedite. Piuttosto che offire una meta, una tesi ultima, il senso di queste pagine andrà cercato nella capacità di rimandare a sensi molteplici, visioni cangianti, in un’ ottica di scambio proficuo tra filosofia e cinema, tra Oriente ed Occidente.
Lo statuto ontologico del cinema è sempre sfuggito ad una declinazione univoca che permettesse di collocarlo all’interno di un ambito noetico specifico. E’ possibile infatti riflettere su di esso e attraverso di esso. In che modo? Ponendo il dispositivo cinematografico ora come soggetto dell’analisi (è il cinema che attraverso il suo linguaggio riflette su un ambito diverso da esso) ora come oggetto della stessa (la filosofia, la psicoanalisi, la letteratura utilizzano le loro teorie per interpretare il cinema). La sfida teorica sta proprio in questo. Parlare di cinema attraverso ciò che cinema non è, tentare di percorrere sentieri inesplorati, creare tassonomie inedite che consentano di creare legami di senso.
Il presente elaborato riflette tre essenziali obiettivi: il primo è quello di fare un “uso” filosofico del cinema, cercando di unire il sistema di pensiero occidentale e orientale al testo filmico, ponendo in secondo piano le caratteristiche prettamente tecniche delle singole pellicole e puntando sull’interpretazione filosofica; secondo obiettivo, chiaramente nato all’interno del precedente, è leggere il cinema attraverso una categoria che costituisce uno dei cardini della riflessione filosofica fin dalle sue origini, il tempo. Partiremo dal presupposto che esso, all’interno del dispositivo cinematografico è presente in due declinazioni: tema esibito o celato e modalità di strutturazione a livello narrativo. E’ noto che la riflessione occidentale ha sempre inseguito l’illusione di poter racchiudere il concetto del tempo in un ambito del tutto specifico ma si è puntualmente scontrato con l’impossibilità di definirlo in maniera univoca, accontentandosi di spezzettarlo in forme, immagine, proiezioni. Al contrario la filosofia orientale ha pensato il tempo nella sua concretezza, nel suo “farsi quotidiano”, privilegiando una concezione temporale secondo cui l’esistenza umana non è un altro che un ciclo ininterrotto di morti e rinascite.
Arriviamo al terzo obiettivo che in qualche modo riflette il senso più ampio dell’intero lavoro. Riflettere sul tempo nel cinema. Il cinema che nasce nell’ estremo Oriente e che spesso rimane inedito per gli spettatori italiani.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il presente elaborato nasce dal tentativo di tracciare un sentiero teorico, almeno in parte, finora inesplorato. Nel suo significato più ovvio, il sentiero indica un via da percorrere, senza intoppi, verso una meta prestabilita. Nella costruzione di un’argomentazione, partire da assunti imprescindibili, ci pone nella confortante situazione teorica di giungere a conclusioni ovviamente deducibili e sensate. Il percorso tracciato nelle pagine seguenti si svilupperà in maniera diversa. Nessuna verità assoluta, nessuna pretesa di fornire risposte ultime alle questioni sollevate, poichè il dato “a-prioristico” dell’indagine è sostanzialmente uno: il cinema e il tempo, protagonisti teorici del presente elaborato, si definiscono nel loro carattere aleatorio, nella loro capacità di manipolazione-costruzione del reale; pertanto non possono essere ingabbiati in rigidi schemi teorici. Piuttosto essi si prestano alla creazione di sentieri teorici “interrotti”, percorsi inediti in cui perdersi per poi ritrovarsi. Ecco il senso del sentiero “temporale” che costruiremo tra Oriente ed Occidente. Qui, percorrere una via, significherà lasciare spazio all’immaginazione, forzare talvolta la mano, creare rimandi e co-implicazioni suggestive e inedite. Piuttosto che offire una meta, una tesi ultima, il senso di queste pagine andrà cercato nella capacità di rimandare a sensi molteplici, visioni cangianti, in un’ ottica di scambio proficuo tra filosofia e cinema, tra Oriente ed Occidente. Lo statuto ontologico del cinema è sempre sfuggito ad una declinazione univoca che permettesse di collocarlo all’interno di un ambito noetico specifico. E’ possibile infatti riflettere su di esso e attraverso di esso. In che modo? Ponendo il dispositivo cinematografico ora come soggetto dell’analisi (è il cinema che attraverso il suo linguaggio riflette su un ambito diverso da esso) ora come oggetto della stessa (la filosofia, la psicoanalisi, la letteratura utilizzano le loro teorie per interpretare il cinema). La sfida teorica sta proprio in questo. Parlare di cinema attraverso ciò che cinema non è, tentare di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi filmica
cinema
dejavu
deleuze
istante
jullien
memoria
occidente
oriente
pieno
racconto
ricoeur
tempo
tempo ciclico
tempo lineare
vuoto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi