Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Interazione tra gli inquinanti e la frazione argillosa del suolo in un sito contaminato soggetto ad opere di bonifica e recupero ambientale

La mia tesi ha come oggetto di studio un sito contaminato ad oggi soggetto ad opere di bonifica e recupero ambientale. L'area in esame è stata utilizzata per decenni come discarica, in cui i rifiuti venivano interrati nel suolo senza
nessun criterio per la difesa dell’ambiente e senza alcun vincolo legislativo.
Lo studio che è stato svolto su quest'area caratterizzata da un'elevatissima criticità ambientale, dato anche dal contesto in cui si inserisce (a valle di un corridoio ecologico fluviale), ha suscitato in me il desiderio di eseguire uno studio relativo all'interazione delle sostanze inquinanti con la frazione argillosa del suolo.
A tal fine sono stati fatti dei campionamenti di terreno/rifiuto su cui sono state eseguite le ananisi granulometriche, mineralogiche e chimiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Durante l inverno 2006-2007, mentre percorrevo ogni giorno la strada che mi portava ad un mio lavoretto occasionale, mi capitava di costeggiare una ex discarica in cui erano in atto dei lavori di bonifica. Il cantiere ed il caratteristico promontorio/discarica che vedevo dalla strada, suscit in m e la curiosit di saperne di piø proprio su quel suol o, sulle contaminazioni che aveva subito e sul processo di bonifica cui era sottoposto. Con le idee non ancora molto chiare, decisi di proporlo come oggetto per la mia tesi specialistica alla professoressa Caterina Rinaudo, che subito approv e mi indic le diverse possibilit di studio del suol o. Dopo aver incontrato i responsabili dei lavori di bonifica ed aver ottenuto le autorizzazioni per svolgere la ricerca, nell ottobre 2007 si fecero i campionamenti di terreno/rifiuto all interno del cantiere, cos inizi il mio lavoro di tesi. L area oggetto di studio Ł un sito contaminato, ad oggi soggetto ad opere di bonifica e recupero ambientale, utilizzata per decenni come discarica, in cui i rifiuti venivano interrati nel suolo senza nessun criterio per la difesa dell ambiente e senza alcun vincolo legislativo. I campioni prelevati sono stati portati nei laboratori dell Universit dove sono state fatte le separazioni granulometriche e le analisi ai raggi X per identificare le fasi mineralogiche del terreno in esame. Per verificare la natura chimica dei campioni in esame sono state effettuate delle analisi per l identificazione dei metalli presenti presso il laboratorio dell azienda Giovanni Grassano S.r.l. di Predosa. Durante i campionamenti era caduta l attenzione su un odore pungente molto forte che ci ha condotto ad eseguire delle analisi per l identificazione delle aniline; quindi, presso i laboratori dell Idrocons S.r.l. di Rivalta Scrivia, sono state eseguite le analisi per l identificazione di tali sostanze organiche. Inoltre sui campioni in esame Ł stata eseguita la misura del pH per avere una visione piø completa dello stato del terreno in esame; tale parametro Ł stato misurato presso i laboratori dell ARPA Piemonte di Alessandria. Dopo aver raccolto e comparato i dati granulometrici, mineralogici e chimici, si Ł potuto procedere analizzando il comportamento di ciascun campione allo scopo di studiare come le sostanze inquinanti interagiscono sulla frazione argillosa del suolo.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Lorenzo Puccio Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 607 click dal 25/09/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.