Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il design emozionale dei loghi: effetti delle caratteristiche grafiche e semantiche

L'obiettivo perseguito nel presente lavoro di tesi è quello di analizzare la connessione esistente tra stimoli grafici e reazioni emotive dei soggetti, in modo tale da poter fornire delle utili linee guida alle aziende o ai manager interessati a dare un nuovo volto ai loro prodotti attraverso la costituzione di un nuovo logo. A tal proposito, la letteratura di marketing non presenta molte ricerche sugli effetti delle caratteristiche di design proprie di un logo rispetto alle valutazioni dei consumatori. Da qui l'esigenza di individuare, dunque, quelle caratteristiche grafiche e semantiche presenti in uno stimolo grafico che sono percepite più favorevolmente dai soggetti, in modo tale da poter definire a sua volta, gli elementi distintivi che un generico logo dovrebbe avere affinchè possa dar vita ad atteggiamenti ed a stati affettivi positivi nel consumatore, che si tradurranno infine, nell'acquisto del prodotto. A tal proposito è stato realizzato un esperimento volto a determinare le reazioni emotive che alcuni logo, preventivamente selezionati da alcuni esperti in design e da un campione di studenti sulla base della loro complessità grafica e complessità concettuale, sono stati in grado di suscitare nel campione oggetto dell'esperimento.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE L obiettivo perseguito nel presente lavoro di tesi Ł stato quello di analizzare la connessione esistente tra stimoli grafici e reazioni emotive dei soggetti, in modo tale da poter fornire delle utili linee guida alle aziende o ai manager interessati a dare un nuovo volto ai loro prodotti attraverso la costituzione di un nuovo logo. I loghi, infatti, sono un importante elemento delle politiche di branding per la cui promozione le aziende spendono enormi ammontari di tempo e denaro. Essi sono, dunque, la base da cui si parte per la costruzione di un brand, e poichØ una marca professionalmente progettata Ł il presupposto fondamentale per qualunque azienda commerciale o per un prodotto che si desidera promuovere attraverso tutti i media, l esigenza di loghi unici Ł sempre piø forte. In genere, i loghi vengono selezionati dal responsabile dell area marketing dell azienda, oppure da una commissione, o ancora dal direttore generale; dopo che il logo Ł stato selezionato, viene speso un considerevole ammontare di tempo e di denaro per costruire un senso di riconoscimento, uno stato affettivo positivo, e un certo senso di appartenenza attorno al logo stesso. ¨ possibile, tuttavia, che il risultato desiderato non venga raggiunto poichØ il logo selezionato ha un design difficile da elaborare e memorizzare o ancora poco piacevole, o ancora che non riesce a comunicare il significato sperato. A tal proposito, la letteratura di marketing non presenta molte ricerche sugli effetti delle caratteristiche di design proprie di un logo sulle valutazione dei consumatori. Da qui l esigenza di individuare, dunque, quelle caratteristiche grafiche e semantiche presenti in uno stimolo grafico (i loghi, in particolare), che sono percepite piø favorevolmente dai soggetti, in modo tale da poter definire a sua volta, gli elementi distintivi che un generico logo dovrebbe avere affinchØ possa dar vita ad atteggiamenti ed

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Carmela Donato Contatta »

Composta da 215 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6221 click dal 03/10/2008.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.